Giudiziaria Scicli

Villaggi turistici di Sampieri, udienza sulla questione degli olii

Proroga di indagini?

Catania - Udienza di discussione dell’incidente probatorio nell’ambito del procedimento scaturito dall’inchiesta disposta dalla Procura distrettuale antimafia di Catania, condotta dai carabinieri della Compagnia di Modica e dalla Capitaneria di Porto di Pozzallo, sui villaggi turistici dello sciclitano, Marsa Siclà e Baia Samuele, accusati di possibile traffico illecito di rifiuti, in special modo reflui fognari.

Si è trattato di una lunga udienza iniziata poco dopo le 15 e terminata intorno alle 20, nel corso della quale il Collegio difensivo ha esaminato il perito del Gip, Fulvio De Lucchi. Dopo un articolato intervento dell’avv. Valeria Lazzaro, che ha scandagliato alcuni aspetti inerenti Baia Samuele, la parola è passata per un’ora e mezza circa all’avv. Enzo Galazzo, e poi ad altri due legali.

Attenzione puntata su diversi aspetti che la difesa contesta alla tesi accusatoria. Tra questi il fatto che non ci sarebbe stato, a detta del Collegio difensivo, un grosso vantaggio per i villaggi nello smaltire olii e grassi in maniera non regolare. Il ctu, rispondendo all’avv. Galazzo, ha spiegato il funzionamento di un declassatore, che sviluppa un certo volume di acqua e grassi. Questi ultimi sono pari al 9% circa del volume totale prodotto. Stando a questo, secondo l’avv. Galazzo, anche nell’ipotesi remota di un’operazione non regolare di smaltimento del volume prodotto, il totale va abbattuto in quanto olii e grassi rappresentano solo una parte irrisoria. Per la difesa, quindi, viene meno un elemento fondamentale da cui scaturisce l’ipotesi di reato di traffico illecito di rifiuti, visto che si tratterebbe di quantità non ingenti. Quanto alla presenza di metalli riscontrata nell’area vicino al pozzetto posto sotto sequestro, il ctu non ha escluso che il grosso tubo lì allogato possa lasciare residui di metalli.

L’incidente probatorio è concluso. Il giudice ha disposto la trasmissione degli atti al Pm, che dovrà decidere per la conclusione delle indagini o per una eventuale richiesta di proroga delle stesse. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1526885848-3-antonio-ruta.png