Lettere in redazione Comiso

Salvare l’istituto Fiume di Comiso

Ci scrivono i presidi che si sono succeduti negli ultimi anni

Comiso - Noi, già dirigenti scolastici dell'ISA-Liceo artistico “ S. Fiume" di Comiso, venuti a conoscenza del fatto che si sono recentemente svolti degli incontri a Palermo tra alcuni docenti del “Fiume" di Comiso e l'Assessore regionale all'Istruzione sul futuro del “ Fiume “ di Comiso; rammaricati per il fatto che è stato accorpato e, di fatto, eliminato, il “Fiume" di Comiso, istituto ultracentenario e realtà estremamente propositiva nel territorio, fucina di artisti di fama internazionale e di professionalità di eccellenza; avendo appreso che  è stata formulata la proposta di istituire un polo artistico provinciale, per salvaguardare la specificità dell'indirizzo e la professionalità degli operatori scolastici e dei laboratori artistici;

esprimiamo il nostro apprezzamento per questa proposta, che ha già incontrato il parere favorevole dell'assessorato regionale di riferimento, e auspichiamo che, dal prossimo anno scolastico 2014-2015, venga istituito in provincia di Ragusa un polo artistico, comprendente il “Fiume" come capofila e gli indirizzi artistici di Ragusa e Modica, salvaguardando l'autonomia e la specificità di una istituzione, che grandi traguardi ha raggiunto nel campo dell'arte.

I presidi Liliana Rizzo – Luigi Pero – Giorgio Spadaro- Enzo Giannone – Girolamo Piparo