Cronaca Modica

Fa caldo, il quartiere è sporco, e lui rompe il vaso

Come nella Giara di Pirandello

Modica - “Il quartiere Sant’Andrea è nel degrado. E io distruggo un vaso di fiori”. E così ha sfogato la sua rabbia accumulata in mesi a suo dire di trascuranza dello storico quartiere in cui vive spaccando un grosso vaso in terracotta allogato in piazza Principe di Napoli, dinanzi a palazzo San Domenico.

Il 45enne modicano protagonista di questo singolare sfogo non ce la fa più a vedere materassi ed elettrodomestici lasciati in giro nel suo quartiere, le viuzze poco curate, e forse ha pensato di fare mal comune mezzo gaudio rovinando la fioriera, appartenente, peraltro, a un privato. Togliendo l’occasione, e restituendo decoro alla zona, il titolare del locale ha già provveduto a sostituire il vaso.
È forse un’estate un po’ pazza, nella quale ciascuno fa come gli pare, in barba al decoro. Ci sono tavoli e sedie di bar ovunque in centro storico, finanche dinanzi al palazzo della Cultura. Si inneggia a una città turistica, salvo poi chiudere tutto o quasi per Ferragosto, con tanto di giustificazione dai ‘piani alti’. Non si vedono ancora quei percorsi turistici di cui si è sempre parlato. Ma nella sostanza dove sono? Da quello monumentale a quello archeologico, al naturalistico all’enogastronomico, questi percorsi potrebbero attrarre parecchi turisti. Mah. Ognuno fa proprio come gli pare.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif