Attualità Ispica

Il sesamo di Ispica è presidio Slow Food

Uno stand dal 22 al 26 settembre a Torino

Ispica - Presidio Slow Food per il sesamo di Ispica. La comunicazione ufficiale è stata data dalla Camera di Commercio al sindaco della città, Pierantonio Muraglie. Il riconoscimento si aggiunge alla fava cottoia di Modica, al fagiolo cosaruciaru di Scicli e al cavolo di Rosolini, tutti presidi del territorio. 

Una storia particolare, quella del sesamo ispicese: fino agli anni ’40 erano ben 450 gli ettari di terreno coltivati a sesamo in Sicilia, 400 dei quali solo a Ispica.

Per mantenere viva questa tradizione, circa un anno fa 19 produttori di Ispica, Rosolini, Modica e Pozzallo si sono riuniti in associazione per preservare, soprattutto, la produzione dei dolci tipici che si preparano ancora con il sesamo, come la cubbaita. Il presidio slow food sesamo di Ispica sarà presente dal 22 al 26 di settembre al salone del gusto “Terra Madre” di Torino. Sarà la sua prima uscita ufficiale.