Attualità Ragusa

Latte sloveno nei supermercati ragusani

I produttori locali in rivolta

Ragusa - I paradossi di un mondo senza frontiere. Mentre i produttori ragusani vendono il latte a 38 centesimi al litro (al di sotto dei costi di produzione), nei supermercati della grande distribuzione è possibile trovare il latte parzialmente scremato UHT prodotto e confezionato in Slovenia che costa 39 centesimi, incluse spese di trasporto, confezionamento e imballaggio.

In stalla, però, costa appena 10 centesimi al litro. Naturalmente, questa situazione ha fatto andare su tutte le furie i produttori di latte della provincia: come si può competere, infatti, con una simile offerta al ribasso? Tra l’altro, il latte sloveno non porta nessuna tracciabilità in etichetta: viene soltanto indicato il nome dello stabilimento dove è avvento il confezionamento, ovvero Ljybijanske Miekarne, a  Lubiana. Il marchio somiglia ad una nota azienda italiana produttrice di latte ma l’origine del prodotto non è nel nostro paese. Un trucchetto utilizzato dalle grandi aziende che permette di abbattere notevolmente i costi di produzione.