Attualità Randazzo

Tappi di sughero come opere d'arte

Stappiamolarte

Randazzo - Del vino non si butta via niente. Neanche il tappo di sughero. Da domenica 13 novembre, presso le cantine Al-Cantàra di Randazzo, sarà presentato il volume "Stappiamolarte", nato da un'idea del vigneron Pucci Giuffrida, titolare dell'azienda Al-Cantàra. E fu così che i tappi di sughero delle bottiglie di vino divennero opera d'arte. 68 artisti sono stati coinvolti nel progetto: ampia libertà di esecuzione e utilizzo di materiali come legno, vetro, stoffe o pietre, ma anche materiali da riclico, oltre ai tappi. Sono nate così delle originalissime e uniche opere d'arte moderna.

Unico filo conduttore di tutte le opere, i tappi di sughero. Per il resto, gli artisti hanno dato estro alla propria fantasia. Durante la giornata del 13 novembre, oltre a poter visitare i vigneti della cantina, sarà allestito il piccolo museo che raccoglie le opere realizzate. Tutte le opere saranno messe all'asta e il ricavato sarà interamente devoluto ad associazioni che si occupano di bambini e infanzia.

Nella foto l'opera di Rodolfo La Torre