Attualità Scicli

Turismo accessibile nel Val di Noto, sottoscritto protocollo d'intesa

Lions Scicli promotori dell'iniziativa

Scicli - I Lions Club delle città UNESCO  del Val di Noto, (Scicli, Modica, Ragusa, Noto, Palazzolo Acreide, Catania, Caltagirone, Militello VC) sottoscrittori del Protocollo di Intesa volto alla valorizzazione e promozione delle Città UNESCO del Val di Noto, coordinati quest’anno dal Lions Club di Scicli, hanno organizzato domenica 13 scorso un interessante e partecipato incontro sul “turismo accessibile” nei luoghi e monumenti delle Città UNESCO del Val di Noto.

Nel cuore della Scicli Barocca, nella sala riunioni del Palazzo “Carpentieri” nella famosa via FM. Penna, si sono confrontati sull’interessante tema, esperti del settore, tecnici, portatori di interessi, enti/associazioni impegnati nella gestione dei siti Unesco. Nell’occasione erano presenti i candidati a Sindaco della imminenti elezioni comunali di Scicli, oltre ai rappresentanti dei Lions Club delle otto delle Città UNESCO del Val di Noto (Scicli, Modica, Ragusa, Noto, Palazzolo Acreide, Catania, Caltagirone, Militello VC).

Importanti contributi sono venuti dal Soprintendente ai BBCCAA della Provincia di Ragusa arch. Calogero Rizzuto, dal Presidente dell’Ordine degli ingegneri di Ragusa ing. Vincenzo Dimartino, dall’arch. Viviana Pitrolo del Consiglio dell’Ordine degli Architetti Ragusani. L’incontro è stato organizzato come una tavola rotonda libera con brevi interventi di 3 minuti, dando la possibilità ai tanti rappresentanti degli enti e delle associazioni presenti, di portare contributi di idee, riflessioni, proposte. Dopo i saluti di rito da parte del Presidente del Lions Club di Scicli Avv. Matteo Gentile e del responsabile del comitato distrettuale Barocco Siciliano dott. Adolfo Ferro, la discussione è stata coordinata dall’ing. Giovanni Iacono, responsabile del progetto.
E’ stato ribadito come il turismo sia diventato, nell’arco dell’ultimo secolo, un bisogno sociale primario. Rappresenta non solo un fattore economico di straordinaria importanza ma anche uno strumento di conoscenza ed emancipazione personale.
Per tutti questi motivi è oggi Indispensabile garantire l’accesso all’esperienza turistica a tutti i cittadini, indipendentemente dalle condizioni personali, sociali, economiche e di qualsiasi altra natura che possano limitare la fruizione di questo bene.
Quando si parla di “Turismo accessibile” si fa riferimento a tutti i viaggiatori con mobilità ridotta, persone in sedia a ruote, camminatori lenti, diversamente abili, non vedenti, ma anche coloro che hanno “bisogni speciali” come quelli generati dalla gravidanza e dalla prima infanzia, dalla vecchiaia inoltrata, da inabilità temporanee.

Il turismo accessibile è la massima espressione di questo obiettivo di civiltà e rappresenta anche una indubbia attrattiva - moderna e attuale - per portare in alto l’immagine del turismo nelle Città UNESCO della Val di Noto.
E’ stato rilevato come le citta “Unesco” del val di Noto non sono città “accessibili”, non sono città accoglienti. Il Turismo accessibile, oltre ad essere un dovere sociale è anche un importante fattore economico, che in questo momento è totalmente sconosciuto alle nostre città “Unesco”. Ma ognuno deve fare la sua parte, da una parte le amministrazioni pubbliche che devono rendere accessibile il patrimonio pubblico (palazzi, monumenti, musei) e la mobilità, dall’altra gli operatori turistici che devono rendere accessibili le strutture ricettive (e non solo i B&B ma anche ristoranti, bar, stabilimenti balneari).

I Lions,  sempre attenti alle esigenze sociali delle proprie comunità e delle persone con bisogni e particolari esigenze, si ritengono  in prima fila in questo impegno. Il Past Governatore e vice direttore del Lions Campo Italia disabili ing. Salvo Ingrassia ha presentato l’esperienza che i Lions fanno appunto ogni anno con il Campo Italia disabili, ospitando in Sicilia 15 ragazzi disabili e accompagnatori, provenienti da tutte le parti del mondo. E che proprio dall’impossibilità di far visitare a questi ragazzi le chiese e i monumenti di Scicli nello scorso luglio, con le carrozzine ferme sull’uscio delle chiese, immortalati da un video che è stato proiettato all’inizio dei lavori, che è nata l’idea di questo “service”. Una promessa che la dott.ssa Stefania Carpino delegata, per la Circoscrizione, del Campo disabili, a nome dei Lions Club aveva fatto a questi ragazzi: il prossimo luglio faremo visitare ai ragazzi del Campi Italia disabili le chiese e i monumenti di Scicli.