Giudiziaria Palermo, Enna e Messina

Incendi in Sicilia: Palermo, Messina ed Enna aprono inchiesta

E Ragusa?

Palermo - Le Procure di Palermo, Enna e Messina hanno aperto una inchiesta per verificare le responsabilità negli incendi che hanno devastato la Sicilia durante le scorse settimane e che continuano in queste ore a Messina. Palermo, ha aperto un fascicolo per verificare "eventuali inadempienze della Regione siciliana nel sistema della prevenzione".

Messina ed Enna, anche contro ignoti. A causa dei roghi, è stato appurato che non solo la “macchina antincendio” della Regione non funziona, ma ci sarebbero state delle anomalie di non poco conto. Ad esempio, i ritardi nella chiamata a servizio del personale antincendio: sono stati 6500 coloro che sono stati chiamati in ritardo perché non avevano le tute adeguate e i mezzi di trasporto.

Mancava addirittura la benzina per i mezzi forestali. Noto a tutti, invece, il discorso degli elicotteri. La Sicilia soltanto ieri ha Ci sarebbero, poi, pochi ispettori del Corpo Forestale distaccati sul territorio: su 1100, a Palermo metà di loro lavorerebbe dietro una scrivania.

E Ragusa? Per il momento, non si ha notizia dell’apertura di fascicoli da parte della Procura, nonostante i palesi ritardi dei canadair durante l’incendio che ha distrutto metà della pineta di Chiaramonte Gulfi il 30 giugno 2017.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif