Economia Siracusa-Gela

Lavori autostrada, nessuno dei licenziati è stato riassunto

Trionfalismo mediatico

Rosolini - Il 21 agosto sono ripresi i lavori dopo la chiusura per ferie già programmati di costruzione dell'autostrada Siracusa-Gela. "Nessuno dei lavoratori licenziati è stato richiamato, anzi, quelli che rientrano dalle ferie non sono stati assegnati ad alcuna mansione perché mancano materiali che le ditte fornitrici non possono assicurare in quanto ancora in attesa di pagamenti, quindi in gravi difficoltà economiche", scrivono isegretari generali di Cgil, Cisl, Uil di Ragusa Giuseppe Scifo, Paolo Sanzaro, Giorgio Bandiera.
"C’è addirittura lo spetto di nuovi licenziamenti o del ricorso alla cassa integrazioni per alcuni lavoratori vista l’impossibilità di prosecuzione dei lavori.
L‘incontro del 29 agosto tra Cas/Anas e Cosige alla presenza dell’Assessore può essere definito interlocutorio nel quale sono stati rinnovati gli impegni assunti in precedenza. Nel concreto ci sono i lavoratori licenziati il 2 agosto, gli operai a tempo determinato ai quali non è stato rinnovato il contratto e il pericolo di nuovi licenziamenti o sospensioni.
Non vogliamo abbandonare l’ottimismo a tutti costi, ma ci sembra eccessivo, e per certi aspetti fuori luogo, il tono trionfalistico utilizzato da più parti. Siamo in attesa della convocazione della Conferenza dei Servizi così come proposto dall’Onorevole Di Giacomo e da tutti condiviso durante l’assemblea di Pozzallo del 7 agosto.
Il sindacato conferma quindi lo stato di agitazione dei lavoratori e auspica lo sblocco reale nel più breve tempo possibile della situazione. Non assisteremo passivi agli ulteriori arretramenti di campo, e non ci faremo abbindolare da facili e poco realistici manifestazioni di entusiasmo dettati dal bisogno di visibilità in funzione alla prossima campagna elettorale regionale da parte di qualcuno".

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1526885848-3-antonio-ruta.png