Cronaca Vittoria

Perdono un figlio, perdono la casa all'asta: Vale 150 mila, pagata 16

Sfratto rinviato al 9 maggio

Vittoria - Sette anni fa hanno perso il bambino. Inutili le cure, anche quelle fatte in America. Ad appena undici anni di vita loro figlio è morto. La famiglia Amodei fece un debito di dieci milioni con un istituto di credito, per pagare le cure, negli anni non è riuscita a far fronte al debito, e per un residuo di 3.700 ero la banca ha messo all'asta la casa della coppia, che nel frattempo si è separata. 

Presidio dei Forconi e di Altragricoltura stamani in via Failla a Vittoria, per impedire lo sfratto della famiglia che per un debito inferiore a 4 mila euro ha visto la propria unica casa -del valore stimato di 150 mila euro- essere aggiuducata all'asta per 16 mila euro appena. 

"Siamo disposti a restituire all'aggiudicatario i soldi che ha speso -dice la signora, che accudisce l'anziana mamma, un altro figlio e anche il figlio di una sorella che ha problemi di autosufficienza-. Ma non toglietemi la casa, la casa che mi ricorda mio figlio morto 7 anni fa". Lo sfratto è stato rinviato al 9 maggio. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif