Attualità Ragusa

Qualità della vita, Ragusa 85esima. Perchè la Sicilia è sempre in fondo?

Analisi

Ragusa - A Bolzano spetta la medaglia d'oro, mentre Trapani chiude la classifica. Stiamo parlando dell'annuale top 110 sulla qualità della vita nelle province italiane curata dal dipartimento di statistiche economiche dell’Università La Sapienza di Roma per ItaliaOggi  con il supporto di Cattolica Assicurazioni. La Sicilia, lo diciamo subito, per quanto riguarda questa speciale classifica non è che se la passi proprio bene. I criteri scelti sono: ambiente, criminalità, affari e lavoro, popolazione, tenore di vita, disagio sociale e personale, servizi finanziari e scolastici, sistema salute e tempo libero.

Nello specifico, alcune città siciliane sono scese di posizione, altre ne hanno guadagnato qualcuna. La provincia di Ragusa si è classificata all'85esimo posto ed è la prima fra le siciliane, anche se ha perso una posizione rispetto all'anno scorso (nel 2016 era all'84esimo). Sempre per quanto riguarda la classifica delle siciliane, segue Enna (88), che invece guadagna qualche posizione, visto che era al 94esimo, Caltanissetta (93 da 105), Messina (100 da 97), Catania (103 da 93), Siracusa (105 da 109), Palermo (106 da 104) e Trapani (110 da 106). Ci si potrebbe chiedere: come mai nelle classifiche sulla qualità della vita le siciliane sono sempre fanalino di coda, pur essendoci molte persone che dal nord decidono di trasferirsi al sud e che, a sentire loro, lo fanno proprio per la qualità della vita? Le classifiche sono truccate? C'è un complotto delle università o degli istituti di ricerca contro il sud Italia? Magari perchè hanno tutti sede a nord? 

No, la risposta è molto più semplice e non c'è nessuna dietrologia. Semplicemente, quello che noi intendiamo per qualità della vita non corrisponde ai criteri di ricerca adottati. E diciamocela la verità: se parliamo di ambiente, criminalità, affari e lavoro, popolazione, tenore di vita, disagio sociale e personale, servizi finanziari e scolastici, sistema salute e tempo libero, possiamo dire di essere all'avanguardia rispetto al resto d'Italia? Bisogna avere anche il coraggio di guardarsi allo specchio, capire dove si pecca e si sbaglia e provare a migliorare e non, invece, arroccarsi su posizioni prestabilite e farsi guidare dai pregiudizi. Parafrasando le parole del principe Fabrizio Salina de Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa, il motivo per cui i Siciliani non miglioreranno mai è perchè si ritengono perfetti. Ma perchè, anche nel 2017, dobbiamo continuare a dare ragione a Tomasi di Lampedusa? 

Molto probabilmente, se esistesse una classifica che adottasse come criteri di ricerca cordialità, simpatia, ospitalità, buon cibo, buon vino, spiagge, mare, clima ideale, paesaggi incantevoli e patrimonio artistico inimitabile, forse potremmo salire in cima alla classifica. Ma, in fondo, ciò che conta è la capacità dell'uomo di poter vivere una vita dignitosa grazie ad un lavoro adeguatamente retribuito e non sottopagato, in un ambiente scevro da criminalità più o meno organizzata, dove le scuole non cadono a pezzi e manca pure la carta igienica e dove per fare una radiografia non bisogna aspettare anni. Per questi motivi, la Sicilia non riuscirà mai a salire nelle classifiche sulla qualità della vita.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg