Giudiziaria Marsala

Due condanne per il caso Maria Di Trapani: era maltrattate e reclusa

Era la star di Stranamuri Sicilianu

Marsala - Il caso fu clamoroso: Maria Caruso, meglio conosciuta come Maria Di Trapani, ex star del web, protagonista indiscussa del programma televisivo Stranamuri Siciliano che accusò i suoi "colleghi" di maltrattamenti. Oggi, arrivano due condanne e un risarcimento pari a 40 mila euro. Alla sbarra erano finiti il conduttore del format Alberto Lipari e la sua collaboratrice Rosalba Platano oggi condannati a due anni di carcere, con pena sospesa: questo il provvedimento del giudice del tribunale di Marsala, Lorenzo Chiaramonte.

Maria Di Trapani aveva avuto un grandissimo successo negli anni 2013-2014: la popolarità, le serate in discoteca, i post sui social e i relativi commenti improponibili, la ricerca dell’amore. Poi all’improvviso i riflettori si erano spenti e Maria era tornata in casa con i suoi genitori. Che cos'era successo? Lipari, con una clip pubblicata sulla sua pagina Facebook nel novembre 2014, spiegava le ragioni dell’abbandono della scena da parte della sua creatura: "L’abbiamo accolta a braccia aperte quando ha litigato con la famiglia e ha lasciato casa.

Poi si è resa conto che il mondo dello spettacolo non è tutto oro", aveva detto.  Per l’accusa, invece: "dopo aver dato popolarità a Caruso e averla convinta a seguirli in giro per i locali della Sicilia, approfittando anche delle sue condizioni di deficit cognitivo, per un mese la tenevano reclusa in un’abitazione a Marsala, dove la donna era costretta a espletare i propri bisogni in una pentola, veniva malnutrita e privata dei presidi igienici più elementari, fatta oggetto di dileggio e derisione, e quotidianamente percossa dai figli di Platano".

La Caruso, secondo i magistrati "Viene ospitata in un’abitazione del villaggio Kartibubbo di Mazara del Vallo, di proprietà della Platano, dove oltre a essere oggetto di vessazioni, veniva adoperata per svolgere le pulizie della casa. La sera veniva agghindata e trascinata presso vari locali per le serate".




 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1534503216-3-despar.gif