Economia Sicilia

Saldi, in Sicilia partono il 6 gennaio

In media, si spenderanno 150 euro a persona

Sicilia - Finito Natale. Finito Capodanno. Arrivano i saldi. Come ogni anno, gli attesissimi saldi invernali non si sono fatti attendere e già a partire da oggi, in alcune regioni d'Italia, sono già iniziati. In Sicilia, invece, arriveranno dal 6 gennaio. La prima regione a partire sarà la Basilicata, martedì 2 gennaio, seguirà la Valle D'Aosta il 3 gennaio. In tutte le altre regioni, le vendite di fine stagione scatteranno venerdì 5 gennaio, con l'esclusione della Sicilia, appunto, che inizierà per ultima sabato 6 gennaio, in coincidenza con l'Epifania.

A partecipare alle svendite di fine stagione si calcola che saranno circa 280mila attività commerciali, praticamente quasi tutti i negozi di moda e vestiti: si parte con sconti del 30-40% ma ovviamente si va a caccia dell'occasione d'oro. Ed è inutile sottolineare come circa un italiano su due (il 47%) ha già deciso che approfitterà dell'occasione per fare almeno un acquisto, valutando di investire, mediamente, 150 euro a persona. E' quanto emerge dall'indagine sui saldi invernali condotta da Confesercenti in collaborazione con SWG su un campione di 600 commercianti e 1.500 consumatori.

Sempre secondo la Confesercenti, tra l'altro, quest'anno gli sconti di partenza saranno più alti della media e questo perchè in generale il 2017 è stato un anno fiacco dal punto di vista delle vendite di accessori e vestiti. Anche le vendite di Natale, seppure positive, sono state sotto le attese. E senza una ripresa sostenuta, il settore del commercio moda continua a soffrire: nel 2017 sono spariti altri 2.400 negozi, più di 6 al giorno. Pare, inoltre, che l'acquisto più ricercato dal 28% degli italiani siano le calzature. Seguono i prodotti di maglieria, preferenza per il 22% ed i pantaloni (14%).

Alto l'interesse anche per i prodotti tessili e moda per la casa (9%) e per i capispalla, come giubbotti e giacconi, ricercati dal 7% dei consumatori. E mentre Confercenti guarda in modo positivo all'arrivo dei saldi, il Codacons prevede un flop dei saldi invernali dovuto a diversi fattori: la partenza a ridosso delle feste, l'effetto blak friday e l'incremento delle vendite online.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1526885848-3-antonio-ruta.png