Appuntamenti Vittoria

Vittoria, il concerto di Capodanno apre la stagione teatrale al Colonna

Un fuori abbonamento che ha salutato in musica l’arrivo del 2018

Vittoria - Grande apertura per la stagione musicale al Teatro Vittoria Colonna di Vittoria. Ieri sera l’atteso e ormai tradizionale appuntamento con il Concerto di Capodanno. Un fuori abbonamento che ha salutato in musica l’arrivo del 2018, contemporaneamente lanciando i vari appuntamenti della programmazione musicale promossa dal Comune di Vittoria e dall’associazione culturale “Quattroetrentatre” presieduta da Claudio Zarba. Pienamente accolto, dalla città, l’invito lanciato dal direttore artistico Alessandro Nobile, teso a festeggiare l’arrivo del nuovo anno con un concerto che solca la tradizione e con un repertorio tratto dai grandi compositori, da Puccini a Vivaldi, da Bizet a Strauss per concludere con l’applauditissima “Marcia di Radeskyj”, un classico per gli eventi d’inizio anno. Ad eseguire magistralmente i vari brani sono stati i bravissimi musicisti dell’orchestra da camera “Sinfonietta Messina”, con in organico tutti maestri d’orchestra siciliani diretti da Ezio Spinoccia.

Ad introdurre l’appuntamento musicale sono stati Claudio Zarba e Giulia La Ciura, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’associazione Quattroetrentatre, e il neo assessore comunale alla cultura, Alfredo Vinciguerra.
«Una straordinaria apertura per la nuova edizione di “Paralleli Sonori” – commenta il direttore artistico Alessandro Nobile – grazie all’esibizione di un’orchestra composta da artisti molto bravi e che hanno avuto già la possibilità di mettersi in luce all’interno di grandi appuntamenti in Italia e all’estero. Parte la nuova stagione musicale che ho voluto che fosse la più eterogenea possibile in modo da coinvolgere il pubblico andando incontro a tutte le richieste e i generi.

Questa è l’idea di fondo che ha come comune denominatore l’alta qualità dei progetti artistici, molti dei quali in uscita proprio in questi mesi e dunque inediti per questo lembo di Sicilia. E in questa ricerca ho previsto alcuni appuntamenti che sono davvero imperdibili anche grazie ad un abbonamento che ha costi molto ridotti per eventi di qualità. Come nel caso del “Canzoniere Greganico Salentino”, in programma domenica 28 gennaio alle ore 21, che ci proietterà nell’atmosfera della world music, evidenziando i riferimenti con la musica del Sud Italia, a partire dalla pizzica.

Ma sono particolari anche tutti gli altri appuntamenti, a partire da “Apotropaica” a cura di Areasud in programma sabato 24 febbraio alle ore 20 che ci proporrà uno spettacolo con musicisti che accompagnano dal vivo le scene di pupi e marionette, legando così la musica alla narrazione, in un esperimento che riesce a coinvolgere anche gli spettatori più piccoli. Sabato 10 marzo alle ore 21 c’è poi la raffinata voce di Olivia Sellerio che canta Montalbano. Uno spettacolo che ho scelto perché rispecchia in questo momento la canzone legata alla nostra terra proponendoci un progetto musicale in chiave jazzistica insieme alla tradizione popolare mediterranea.

Venerdì 30 marzo ore 21 sarà la volta del trio nordamericano “Harpeth Rising”, anche qui un progetto artistico inedito con musicisti che suonano gli strumenti classici ma utilizzandoli in modo folk, a volte anche rock. Sarà davvero uno spettacolo assolutamente diverso che si saprà fare apprezzare. Arrangiamenti inediti per le canzoni di Fabrizio De Andrè nello spettacolo “Aria di Faber” in programma domenica 15 aprile alle ore 21. In questo caso è un fuori abbonamento che presenta il progetto di Giancarlo Parisi, che è stato uno dei musicisti di De Andrè e che propone una rilettura delle canzoni del grande Faber attraverso un organico orchestrale composto da violini, fagotti e altri strumenti che ci offriranno sonorità inedite. Chiudiamo la stagione con la violinista estone Maarja Nuut, sabato 5 maggio alle ore 21, un concerto a mio avviso tra i più interessanti considerato che l’artista utilizza la loopstation e dunque c’è l’influenza di nuovi ritmi in un quello che sarà nei fatti uno spettacolo di musica contemporanea.

Insomma, come avevamo annunciato, quest’anno si va dalla musica da camera e sinfonica ai mediterranei ritmi salentini, passando dalla musica siciliana a quella cantautoriale per sette appuntamenti di ampio respiro nazionale e internazionale».
L’abbonamento costa solo 50 euro (per i giovani under 26, 40 euro) mentre il biglietto del singolo spettacolo costa 15 euro (ridotto under 26, 10 euro). Prevendita e biglietteria presso l’agenzia di viaggi “Il Grande Volo”.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif