Attualità Scicli

E' lei, sì, è lei. La nuova, antica, facciata

Plauso unanime
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-01-2018/1515872332-1-.jpg&size=667x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-01-2018/1515873618-1-antica-facciata.jpg&size=667x500c0
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-01-2018/antica-facciata-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-01-2018/1515872332-1-.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-01-2018/1515873618-1-antica-facciata.jpg

Scicli - Una opportunità storica. Ricucire la ferita. Quella che ha rotto l'armonia di piazza Italia nel 1962. E' stato presentato stasera, a palazzo Spadaro, il progetto di messa in sicurezza e nuova facciata della scuola media Lipparini-Miccichè. 

Alla presenza -silente- del Sovrintendente Rizzuto, il sindaco Giannone, l'assessore Viviana Pitrolo, l'ing. Andrea Pisani (Utc), e gli architetti Gaetano Manganello e Carmelo Tumino hanno presentato il progetto di nuovo volto dell'edificio. Un excursus sofferto, quello dei progettisti incaricati dal Comune, che hanno mostrato come da un progetto avanguardista sono via via passati, anche grazie alla volontà del sindaco, dell'assessore regionale Vittorio Sgarbi e del Sovrintendente, alla riproposizione dell'antica facciata del collegio dei gesuiti, pur con delle soluzioni architettoniche interne molto innovative, come un chiostro interno coperto da un tetto di vetro, dove sarà possibile passeggiare, soprattutto in inverno e durante la stagione delle piogge. 

Il palazzo attuale non sarà demolito, ma trasformato. La funzione resta quella dell'istituto scolastico. Favorevole il commento del professore Paolo Nifosì, che si era speso per il recupero della originale sembianza della piazza più importante della città. Il progetto andrà in conferenza dei servizi il 18 gennaio e il 22 gennaio sarà presentato al Ministero della Pubblica Istruzione. Il finanziamento richiesto è di 3 milioni 200 mila euro.