Cronaca Vittoria

Vittoria: sfrattata famigliaTrigona-Genovese, il movimento Riscatto accusa

Manifestazioni previste a Palazzo Iacono

Vittoria - Due fratti oggi in provincia di Ragusa. Uno a Comiso, a carico della famiglia Rosetta-Dipasquale e uno, più delicato, a carico della famiglia Trigona-Genovesi. Alle 5.30 di stamani, in casa Trigona è arrivato l'ufficiale giudiziario che avrebbe messo alla porta la famiglia Trigona-Genovesi. Il movimento Riscatto di Maurizio Ciaculli definisce tali modalità "scandalose" e addirittura sarebbero stati sequestrati i cellulari agli abitanti della casa. Di questo sfratto si era parlato a novembre, quando lo sfratto era stato rimandato.

L’immobile di via Anna Magnani, del valore iniziale di circa 200mila euro, è stato venduto a circa 38mila. Secondo quanto raccontato da Ciaculli, le forze dell'ordine avrebbero atteso che il marito uscisse di casa, poi hanno fatto uscire moglie e figli e la famiglia trasferita in un appartamento di via Roma messo a disposizione dalla chiesa Valdese che aveva a disposizione alcuni immobili per l'accoglienza dei migranti.

La famiglia, non avrebbe potuto prendere nulla, neanche il cellulare per avvisare i forconi, il movimento No Aste o il movimento di Ciaculli che comunque ha annunciato occupazione di Palazzo Iacono a partire da oggi e una manifestazione di protesta per venerdì davanti al tribunale di Ragusa.

Il secondo sfratto si è svolto a Comiso, a casa della signora Rosetta Di Pasquale, dove, fanno sapere i Forconi, “abbiamo ricevuto uno stranissimo inaspettato blitz del custode giudiziario in compagnia delle forze dell’ordine".

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif