Attualità Trasporti

8 paia di pantaloni e 10 magliette addosso per evitare bagaglio extra

Una protesta contro le nuove regole di Ryanair

Fatta la legge, trovato l'inganno. Sembrerebbe essere questa la ratio che sta dietro all'iniziativa curiosa di Ryan Carney Williams, un passeggero ryanair che voleva imbarcarsi all'aeroporto di Keflavik, in Islanda. Come è noto, la compagnia low cost irlandese ha deciso in questi giorni di cambiare le regole per l'imbarco del bagaglio a mano. Se lo si vuole in cabina, infatti, ormai si deve pagare un supplemento, altrimenti sarà imbarcato nella stiva, gratuitamente.

Il passeggero, non volendo pagare la tassa aggiuntiva, ha pensato di presentarsi all'imbarco con addosso otto paia di pantaloni e dieci magliette. Ma tutto è stato inutile. L'uomo ha pubblicato due video sul proprio profilo Twitter, accusando la British Airways di razzismo. La compagnia britannica ha dato la sua versione: "Nel momento in cui abbiamo detto al passeggero che non sarebbe potuto salire a bordo indossando otto paia di pantaloni e dieci magliette, ha cominciato a comportarsi in maniera sgarbata.

Abbiamo chiamato un addetto alla sicurezza perché non voleva allontanarsi". Dopo essere stato arrestato e rilasciato, ha provato ad imbarcarsi in quel modo anche con Easy Jet, ma anche quest'altra compagnia aerea lo ha respinto.
 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif