Attualità Modica

Claudia Koll a Modica: Vi racconto la nostalgia di Dio. VIDEO

La caduta e il riscatto

Modica - Brillano gli occhi di Claudia Koll quando parla della sua conversione. Dal film con Tinto Brass, alla assunzione nell'immaginario collettivo come mito erotico, fino all'incontro con la Fede, alla ricerca di un Padre. C'è grande tenerezza in questa donna di 53 anni, ospite sabato sera della chiesa Madonna delle lacrime di Modica Sorda. Molti la ricordano scendere le scale dell'Ariston a Sanremo, altri accanto a Nino Manfredi, in Linda e il Brigadiere. Claudia ha vissuto un momento di crisi spirituale nel 2000, in occasione del Giubileo e dell'attraversamento della Porta Santa. Ha recuperato dalla memoria l'insegnamento della preghiera, dalla lezione della nonna, con cui è cresciuta. "Mia nonna era cieca e pregava di continuo -racconta Claudia-. In ogni faccenda quotidiana aveva bisogno dell'aiuto di Dio per andare avanti. Da lei ho recuperato il senso della preghiera". Claudia decise a questo punto di fare della sua vita testimonianza, creando opportunità per i più deboli, servizi di ristoro. A Roma, con una lavanderia e una foresteria per i poveri, in Africa, con interventi di sostegno ai bambini denutriti. La sua associazione "Le Opere del Padre", sostiene gli studi e il mantenimento di tanti ragazzi in Etiopia, che hanno necessità dei mezzi minimi per sopravvivere. Il racconto della nuova vita di Claudia nell'intervista a Peppe Savà.  Per sostenere l'associazione, si può devolvere un contributo al conto corrente postale 71768428. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif