Attualità Tv

Maria De Filippi e la sua Sicilia medievale. VIDEO

Una storia da Licata

E' andata in onda domenica sera un'altra puntata di "C'è posta per te", il celebre programma condotto da Maria De Filippi e che, incredibilemente, continua ad avere un vastissimo seguito nel pubblico. Come spesso avviene, anche in questa puntata sono state presentate storie strappalacrime e che sembrano tratte da un feuilleton dell'800 per certi versi, e da qualche novella verghiana dall'altro. La Sicilia di Maria De Filippi è arcaica, medievale, legata ancora a concetti come "verginità", "onore" e "disonore".

Roba da medioevo, insomma. Per trovare una storia degna di questo nome, siamo dovuti andare a Licata stavolta: qui, una ragazza di nome Marinella da dieci anni non vede il padre perchè era scappata per un breve periodo con un uomo sposato. La donna oggi vive a Firenze ma vorrebbe riavere un rapporto col padre, il signor Calogero, e gli chiede di perdonarlo.

Numerosi i tentativi negli anni, ma l'unica risposta dell'uomo è stata che poteva ovviare al problema uccidendo l'uomo: "Ti procuro l'arma e ti pago l'avvocato", gli avrebbe detto. In studio, l'uomo dichiara che si sente disonorato dalla figlia perchè quell'uomo "Gli ha dato un calcio nel sedere" e poi la ragazza non avrebbe più potuto sposarsi con l'abito bianco perchè quell'abito si usa per le "verginelle". Si azzarda anche a paragoni fra la cacciata di Adamo ed Eva dall'Eden ma alla fine la persuasiva Maria De Filippi lo convince. Baci, abbracci, tante lacrime e i due si sono riabbracciati. La forza degli studi televisivi.

maria de filippi from Irene Savasta on Vimeo.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif