Economia Dati sulla movimentazione in discesa

Porto di Pozzallo giù, servono nuove idee

La flessione maggiore è quella delle mercantili

Pozzallo- Due sole imprese portuali, un traffico generato identico a quello di dieci anni fa, il totale fa 1500 tonnellate annue. Non è un grido d’allarme, ma i dati sul traffico commerciale fatti registrare dal Porto di Pozzallo nel 2017 , sentenziano preoccupazione per operatori ed istituzioni.

La flessione maggiore è stata quella delle navi arrivate in banchina (-34 navi mercantili rispetto al 2016, nel 2008 erano 447), e quello delle merci scaricate/caricate (- 6,03%). In aumento i container movimentati (+ 25,26%). Dati che favoriscono qualche riflessione e più di un approfondimento sul futuro dello scalo.

Sul fronte del traffico merci le prospettive non sono rosee.  Operatori, esperti, stakeholder ed istituzioni s’interrogheranno sul da farsi nell’immediato futuro ed in prospettiva?  La sfida sarà quello di misurarsi con un progetto di logistica sempre più contemporaneo, moderno e sostenibile, cavalcando con decisione l’impostazione data dal Ministero delle Infrastrutture e cioè sostenere, incentivandolo, lo spostamento progressivo dei trasporti dalla strada alla ferrovia e al mare.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif