Appuntamenti Scicli

Una mostra fotografica su Scicli a Giarre

9 febbraio

Scicli - Si terrà il prossimo 9 Febbraio alle 20,30 presso la sede dell'associazione fotografica Fotoperpassione a Giarre (in via Minghetti 50 A) la mostra fotografica “Scicli nell’obiettivo”, dedicata alla cittadina perla dell’Unesco, promossa dall’associazione Fotoperpassione, da Dronebook e da Mariaconcetta Bontempo. Oltre alle foto dei soci dell’associazione Fotoperpassione si potrà assistere alla proiezione in anteprima del video ambientato a Scicli. Il progetto, che vede coinvolti 27 fotografi, mira ad esaltare la bellezza nascosta tra i suoi vicoli proponendo una città diversa dalle solite vedute turistiche. Gli scatti, infatti, prediligono gli aspetti più autentici della realtà, mirando allo studio dell’ambiente e dell’architettura in esso inserita in quanto tali.

“Scicli nell’obiettivo” si propone pertanto di restituire all’ambiente il proprio spazio così che sia esso stesso a raccontare delle persone che la animano e non il contrario. Le foto, tutte in taglio quadrato e in rigoroso bianco e nero Fine-Art, esaltano luoghi, architetture, vicoli e storia in assenza dell’elemento visivo umano. A ideare come detto l’iniziativa l’associazione Fotoperpassione, nata nel 2011 e che, ad oggi, raggruppa circa 70 soci soprattutto dell’area Jonica. Una vera officina della foto dove si realizzano corsi di fotografia ma anche si sperimentano nuove tecniche. “È il secondo lavoro che realizziamo per una città così importante quale Scicli – spiega Angelo Spina, Presidente dell’Associazione-. Già con Modica abbiamo fatto degli scatti oggi racchiusi nella mostra permanente “Metafisica”.

Ora ecco Scicli che, grazie alla sensibilità dell’amministrazione comunale, ci ha consentito di realizzare numerose foto. Il lavoro è stato fatto nel Novembre scorso ed è dal 17 Dicembre che le foto possono essere ammirate essendo esposte in modo permanente all’interno del palazzo comunale.  Stiamo già lavorando a dei progetti futuri: non escludo – conclude Spina- che la prossima città ad essere immortalata dai nostri obiettivi possa essere Ragusa Ibla”. Il progetto fotografico, inoltre, si amplia con le riprese paesaggistiche d’insieme e nel dettaglio realizzate mediante uso del drone a cura di Dronebook di Rosario Leonardi, una piccola start up che ha come obiettivo principale quello di far conoscere la Sicilia con video riprese dall'alto, usando droni di ultima generazione con la massima tecnologia per la sicurezza e la qualità video.  Le riprese sono state realizzate nel più assoluto rispetto della privacy di persone e cose.

A curare il montaggio Mariaconcetta Bontempo che con grande professionalità ha saputo racchiudere in 7 minuti quanto con tre camere diverse è stato registrato in quattro giorni di lavoro.  “È stata una grande emozione poter vedere Scicli dall’alto, osservare un’intera città da un’altra prospettiva non è cosa di tutti i giorni – racconta Mariaconcetta Bontempo-. Ringrazio per questo Rosario Leonardi, per la possibilità che mi ha dato di visionare tutte le riprese da lui fatte con i suoi velivoli: iin ognuna di essa ho visto tanta bellezza, tanta storia, bellissime geometrie, affascinanti e suggestive costruzioni che mi hanno portata a voler creare un prodotto finale che potesse coinvolgere ed affascinare ulteriormente. Ci ho provato, mettendoci tanto cuore e tanta passione per il lavoro che svolgo e non nascondo che pian piano che prendeva forma mi emozionavo sempre di più.

Lo guardavo e lo riguardavo per cercare di arrivare alla fine senza perdere l’entusiasmo iniziale. E così è stato!”. Un lavoro piuttosto impegnativo, soprattutto nella post produzione. “Ho dovuto dare un senso logico alle infinite riprese fatte – prosegue Bontempo-, selezionandole per luoghi, luci, inquadrature, movimenti e tanto altro, e poi la scelta della musica, una fase delicatissima ma molto importante per il lavoro finale. Tutto questo fa parte del lavoro del videomaker, fatto di sincronismi ed impercettibili unioni di clip che devono quasi passare inosservati. Non è semplice, ma come in ogni lavoro che si ama fare, se manca la parte difficile non ci proveresti gusto”. La mostra resterà fruibile al pubblico per tutto il mese di Febbraio, ogni mercoledì e venerdì pomeriggio, previo appuntamento invece per gli altri giorni della settimana chiamando al 347.5177035. Infine, sarà prossimamente riproposta a Catania.