Attualità Pozzallo

E' in edicola Pozzallo, di Michelangelo Cugno

Una piacevole rivisitazione e un confronto storico-visivo sulla Pozzallo di oggi e quella di un tempo

Pozzallo - Non si tratta di una “Guida”. "Pozzallo", libro di Michelangelo Cugno, illustra e indica località d’interesse storico, ma non traccia un itinerario. Questo lavoro, frutto d’amore per chi vi è nato in questa piccola “perla” e vi ha trascorso la fanciullezza nei pressi della “Balata” nei primi decenni dello scorso secolo, vuole essere una piacevole rivisitazione e un confronto storico-visivo sulla Pozzallo di oggi e quella di un tempo, poco più di un’antologia d’immagini da cui affiorino ricordi e nostalgiche sensazioni, ricordando che alla base di palazzi, monumenti, facciate di chiese e nei nomi di molte strade e piazze ci sono molti concittadini che ci hanno preceduto e hanno amato e migliorato questo piccolo “gioiello” che si affaccia sul Mediterraneo. Agricoltura, pesca e commercio marittimo costituiscono come ieri le migliori risorse economiche e volano.

Chi è Michelangelo Cugno 
Nato a Pozzallo nel 1928, ha conseguito la maturità classica nel 1946 presso il Liceo “T. Campailla” a Modica. Dopo aver frequentato il biennio di ingegneria presso l’Università di Catania ha raggiunto i genitori che da anni vivevano in California nella speranza di poter continuare presso l’Università di S. Francisco gli studi. Impossibilitato per motivi finanziari haincominciato a lavorare. 
Durante la guerra di Korea, e la “Cold War” fra Russia e Stati Uniti, assegnato alla “Quarta divisione di Fanteria”, ha trascorso quasi due anni ad Hanau, una cittadina vicino a Francoforte in Germania. 
Ritornato nel 1952 in California ha frequentato per qualche anno lo “State Humboldt College” a Arcata, una piccola cittadina universitaria a circa 300 miglia da S. Francisco. 
Rientrato in Italia ha ripreso gli studi presso l’Università di Genova. Laureatomi in “Lingue e Letterature Straniere” haintrapreso la carriera scolastica. 
Titolare di cattedra, ha insegnato inglese nelle scuole superiori sino al 1996. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1536936071-3-despar.gif