Attualità Clima e Ambiente

Mediterraneo sempre più caldo: e ciò non è un bene

Temperatura aumentata anche di due gradi

Il mar Mediterraneo sempre più caldo. E questo, potrebbe provocare danni irreparabili e provoca cambiamenti climatici di cui tutti ci stiamo accorgendo: estati con ondate di caldo soffocanti e piogge torrenziali. E’ quanto si evidenzia in uno studio della Fondazione Centro Studi Ambientali del Mediterraneo (Ceam) di Valencia, pubblicato di recente sulla rivista 'Pure and Appled Geophysics'. In particolare, l'aumento della temperatura si registra nella metà est della conca occidentale del Mar Mediterraneo.

La ricerca, che ha incrociato dati rilevati dal 1982, attesta che negli ultimi decenni la temperatura della superficie del mare è aumentata in media 1,3 gradi centigradi, anche se in alcune zone l'incremento è stato di 2 gradi. Sulle coste spagnole, l’aumento medio è di 1 grado nella parte sud e fino a 1,5 gradi sul litorale catalano.

Gli ocenai hanno un ruolo termoregolatore importantissimo per il clima. In merito a questo argomento è stato rilevato che i valori più bassi sono riportati a febbraio e i più alti fra luglio e agosto e, a partire da questi, sono stati censiti altre costanti ricorrenti: le zone con maggiore ritmo di riscaldamento sono quelle della metà est del Mediterraneo, sia in estate che d’inverno, così come vaste aree della conca occidentale.
Le temperature superficiali, secondo queste previsioni, continueranno a crescere nei prossimi secoli, anche a fronte di una drastica riduzione delle emissioni di gas di effetto serra.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif