Attualità Tv

Sanremo, Moro e Meta restano in gara

Candidati alla vittoria

Ermal Meta e Fabrizio Moro restano in garo. A deciderlo, l'ufficio legale della Rai, anticipando sostanzialmente quello che già si era intuito. Non si capisce, infatti, il perchè si sia deciso di sospenderli, quando in realtà era palese che non si trattava di un caso di plagio. Sta di fatto che il duo si esisbirà stasera e Meta e Moro presenteranno "Non mi avete fatto niente", un brano che era piaciuto molto durante la prima puntata e che per molti è dato favorito alla vittoria. C'è da vedere, adesso, se la "pubblicità negativa" e questa sospensione inficieranno il giudizio della giuria.

Intanto, i social esultano. Il duo, infatti, ha molti fan. Per quanto riguarda le motivazioni, l'ufficio legale di viale Mazzini sostiene che la canzone sia regolare « in quanto conforme al requisito di novità previsto dal regolamento». La canzone «contiene stralci del brano “Silenzio” (presentato a Sanremo Giovani 2016) in misura inferiore a un terzo delle durata, quindi la circostanza che il brano sia stato già fruito non inficia la novità della canzone in gara».

Inoltre, «i due brani hanno stesure, durata, testi e melodie diverse: la somma degli stralci non supera un minuto e 3 secondi su una durata complessiva di 3 minuti e 24 secondi, dunque inferiore a un terzo». In conclusione, «le due canzoni, pur presentando analogie, non sono la stessa e “Non mi avete fatto niente” è quindi considerata nuova e resta in gara». Tra l'altro, l'autore di "Silenzio" è lo stesso di "Non mi avete fatto niente". Quindi, si tratterebbe eventualmente di una citazione, visto che il plagio di sè stessi non è ancora previsto.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif