Attualità Firenze

La Fornace di Sampieri oggetto di studio a Firenze

Chiude il 23 febbraio
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-02-2018/1519158894-1-fornace-sampieri-oggetto-studio-firenze.jpg&size=650x500c0
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-02-2018/fornace-sampieri-oggetto-studio-firenze-100.png
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-02-2018/1519158894-1-fornace-sampieri-oggetto-studio-firenze.jpg

Firenze - Dida Week Research, è il titolo della mostra promossa dal Dipartimento di Architettura dell'Università di Firenze, aperta dal 19 al 23 febbraio presso la sede Santa Teresa. Fra i casi studio in mostra, la Fornace Penna di Pisciotto a Sampieri, per merito dell'architetto Pasquale Bellia, ricercatore Icar 21 strutturato presso l'Università fiorentina, che negli ultimi quaranta anni si è occupato della questione. "I luoghi del cinema di Camilleri", il titolo della sezione: "Nel manufatto e nel paesaggio, nel periodo recente i progetti speculativi sono stati tanti -scrive Bellia-. Invece bisogna lasciare che il volgere del tempo modelli la Fornace come reperto del consumo. Oggi la Fornace è un’architettura nuova, diversa per essenza da quella di cui comunque attesta l’esistenza. E' quindi un manufatto autonomo. E' un’opera a se'! Un’opera che continua a morire, eppure continua a crescere di nuova vita. Bisogna contemplare il “resto” architettonico della Fornace come categoria estetica del paesaggio nella sua storia, ricca di connotazioni e signicati liberati dall’uso funzionale, nella sua cruda utilità. L’area della Fornace è ora spazio della bellezza con una particolare magia benefica perchè tra il degrado, l’indifferenza e lo stile uniforme, la rinuncia alla bellezza è la vera miseria del vuoto".