Attualità Ragusa

Forza Italia, il candidato sindaco di Ragusa è Salvo Mallia

La deputazione ha fatto sintesi

Ragusa - Il nome c'è, ma non si dice. Ed è quello del dottore Salvo Mallia, già vicepresidente della Provincia Regionale di Ragusa. Forza Italia ha scelto lui, bocciando Maurizio Tumino, autore di una fuga in avanti. Una nota è stata diramata stamani dal sen. Giovanni Mauro, dal deputato nazionale Nino Minardo e dal deputato regionale Orazio Ragusa: "Le fughe in avanti - soprattutto quelle che seguono riunioni dove si stabiliscono azioni comuni e strategia condivise - servono a nulla. Servono solo a determinare scollamenti che nuocciono non solo all’unità di chi vuole davvero essere alternativo ad un pessimo governo cittadino ma soprattutto alla città che si intende rappresentare: Ragusa. Ecco perché, come Forza Italia, siamo e continuiamo ad essere contro ogni scollamento e, invece, favorevoli ad un percorso comune, condiviso e condivisibile, così come ci siamo detti attorno allo stesso tavolo e come ribadiamo anche in questa occasione. In questo senso, è apprezzabile ed assolutamente encomiabile, il lavoro svolto dai nostri rappresentanti al ‘tavolo’, Barone, Cappuzzello e Mallia che hanno lavorato e continuano a lavorare ad un progetto partecipato che abbia l’unico fine di stilare un programma per migliorare Ragusa con uomini capaci di farlo, senza prevaricare e senza indulgere in egoismi e protagonismi. Noi abbiamo già la nostra proposta per la ‘corsa’ a sindaco di Ragusa, il nostro nome, credibile ed autorevole. Ed abbiamo le idee ben chiare su cosa fare, su come farlo e con chi rappresentato a farlo per il bene di Ragusa. E condividiamo queste nostre idee e questo nostro progetto con chi, alternativo al Movimento 5 stelle ed agli sfasci prodotti in cinque anni di pessima amministrazione di Ragusa, ha scelto -sedendosi con noi attorno allo stesso tavolo - di stare uniti e di percorrere assieme i giorni che ci separano dal voto amministrativo di primavera. Senza quelle fughe in avanti che non hanno senso e non danno il senso compiuto all’unità di dialogo che, invece, è l’elemento sostanziale per dare credibilità al progetto che allontani Ragusa dalle rovine pentastellate e la riporti ai livelli di credibilità, persi in questi cinque anni. Ma, per fare questo, non serve ergersi a ‘primi della classe’ e ci vuole, invece, unità di intenti e di ragionamento. Di ‘predestinati’, Ragusa non ha bisogno. Ha bisogno, invece, di persone che hanno credibilità, che conoscano la città, che condividono un vero progetto alternativo e che siano seri e coerenti con quanto ci diciamo attorno allo stesso tavolo e con ciò che ci siamo detti di fare. Lo ribadiamo, senza remore e con la consapevolezza che la Ragusa ‘nuova’ la si costruisce stando assieme e condividendo…non fuggendo".

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1526885848-3-antonio-ruta.png