Cronaca Caltanissetta

A Caltanissetta, il fisco sugli introiti della prostituzione

Un'idea che potrebbe essere parecchio redditizia.

E fu così che anche gli introiti provenienti dalla prostituzione furono tassati. Succede a Caltanissetta: la GdF ha recuperato le ricchezze accumulate illecitamente grazie allo sfruttamento e al favoreggiamento della prostituzione, tassando i guadagni emersi dalle indagini che avevano portato lo scorso novembre all´arresto di un italiano e di una sudamericana.

Ammontano a 150.000 euro i proventi accumulati o di cui i soggetti hanno avuto disponibilità, tra cui anche l´acquisto di un immobile nel centro storico di Caltanissetta. Insomma, tempi duri anche per chi vuole svolgere il mestiere più antico del mondo. Al momento, dunque, ad essere tassati sono stati soltanto i proventi di un'attività illecita ma potrebbe essere l'inizio di una storia promettente. Dunque, siete avvisati: se pensate di arricchirvi facendo un'attività illecita, non scegliete la prostituzione.

E chissà che magari non si risani il debito pubblico con i proventi della tassazione di un'attività che, per quanto si può capire semplicemente leggendo i giornali o guardando in internet, è più fiorente che mai. Da annotare come promessa per la campagna elettorale.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1526885848-3-antonio-ruta.png