Attualità Ragusa

Tanto tuonò che piovve. Chiuso palazzo Ina

Un immobile inadeguato

Ragusa - Il presidente del Tribunale di Ragusa, Biagio Insacco, ha disposto la chiusura della sede staccata nell’ex Palazzo Ina a seguito della gravissima infiltrazione d’acqua che ha reso impraticabili e inagibili i locali di pertinenza delle cancellerie del primo e del secondo piano, allagando, altresì, gli armadi di rete e le centraline elettriche. E’ stato effettuato un sopralluogo nell’immobile da parte dell’Ufficio Tecnico del Comune di Ragusa, proprietario della struttura, a seguito del quale è stato accertato che i distacchi dei pannelli e le infiltrazioni sono stati causati dalla rottura di un tubo d’acqua al terzo piano per cui occorre intervenire in sicurezza per ripristinare l’agibilità dei luoghi. L’ingegnere Giovanni Iacono, responsabile della sicurezza, e il dirigente dell’Ufficio Tecnico comunale hanno chiesto di non utilizzare i locali in attesa che vengano predisposte tutte le misure tecniche per ripristinare le condizioni di sicurezza. Il presidente Insacco, a questo punto, ha dovuto chiedere la chiusura fino a quando il Comune di Ragusa non provvederà ad eseguire i necessari interventi. Per tale motivo è stato disposto il rinvio d’Ufficio, a dara da destinarsi delle udienze di lavoro, delle esecuzioni mobiliari e delle esecuzioni immobiliari che si dovevano celebrare nei giorni 23 e 26 febbraio.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1526885848-3-antonio-ruta.png