Giudiziaria Catania

Coni nella bufera, arrestata Anna Maria Sapienza. INTERCETTAZIONI

E' il referente per la Sicilia orientale degli enti pubblici che chiedono finanziamenti per impianti sportivi

Catania -  Anna Maria Sapienza, 64enne, catanese, consulente tecnico regionale del Coni in rapporto ai fondi del Credito Sportivo, è stata arrestata stamani, nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Catania che oggi ha portato all'arresto del sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo e al coinvolgimento di altre sedici persone. 

La donna è coinvolta in una presunta turbativa per la riqualificazione della pista di atletica di Acireale. Anna Maria Sapienza avrebbe ottenuto illecitamente per lei il ruolo di progettista esecutivo per i lavori in entrambi gli appalti e per il suo collaboratore Ferdinando Garilli, 46enne catanese, quello di assistente al Rup, responsabile unico del procedimento. Gli incarichi avrebbero fruttato 14mila euro per lei e 3.880 euro per il suo collaboratore.

La Sapienza è il referente per la Sicilia orientale del Coni degli enti pubblici che chiedono finanziamenti per impianti sportivi, e a lei spetta il parere vincolante ai progetti presentato nell'ambito delle risorse del Credito Sportivo. Moglie dell'ex presidente del Cus Catania Luca Di Mauro, Sapienza è un ex gloria dell'Hockey etneo. Come è noto, il Coni non concede finanziamenti, ma il suo parere (e il parere dei suoi tecnici) è essenziale per accedere al Credito Sportivo. 
Secondo quanto scrivono i militari della Guardia di Finanza, la donna è accusata di aver ricevuto alcuni incarichi professionali, relativi alla progettazione di campi sportivi, in modo illecito, da parte del Comune di Acireale e Malvagna (in provincia di Messina), insieme all'ingegnere catanese Ferdinando Garilli, per i quale sono stati disposti invece gli arresti domiciliari.

Intercettata al telefono dalla guardia di finanza di Catania, Sapienza parla con Garilli e, chiaramente, parla dell'assegnazione dell'incarico di progettista della pista di atletica di Acireale. Ecco il dialogo intercettato.

Anna Maria Sapienza : "lo vuoi un incarico per un progetto esecutivo di una pista di atletica leggera? Cinquemila euro?”

Ferdinando Garilli: "SI! ...omissis..."

Anna Maria Sapienza: "senti gli ho detto di aumentarlo di altri 100 mila euro..era di 577..677.. Così noi guadagniamo 30 euro..30 mila euro".

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1545126907-3-toys-natale.jpg

Ferdinando Garilli: "E sù macari picca (e sono anche pochi!)".

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg