Appuntamenti Comiso

Anche a Comiso si presenta l'opera di Ivan Nicosia

4 marzo

Comiso - Sono tre le tappe previste per il tour dell'autore Ivan Nicosia che, nel suo imperdibile saggio storico dal titolo La Catania destrutta di Domenico Guglielmini, (Bonfirraro editore) arricchito dal prestigioso endorsement del noto geologo Mario Tozzi, sarà ad Avola, Modica e Comiso per incontrare i suoi lettori.
La prima tappa è prevista per venerdì 2 marzo, alle ore 18.00 ad Avola, presso la Biblioteca Comunale; a discutere con l'autore saranno Vanessa Leonardi dell’associazione culturale L’alveare, il geologo Vincenzo Belfiore, l’assessore alla cultura Simona Caldararo, Francesca Gringeri Pantano direttore museo dei Viaggiatori in Sicilia di Palazzo Acreide e l’editore Salvo Bonfirraro.

Mentre sabato 3 marzo l'incontro si terrà, alle ore 18.00, nella prestigiosa Casa di Salvatore Quasimodo a Modica: l’autore dialogherà insieme al giornalista Marco Schiavino e alla responsabile della casa natale di Salvatore Quasimodo, Marinella Ruffino. L'ultima tappa del tour invece, si terrà nel Castello dei Naselli di Aragona di Comiso (via S. Biagio, 73/75). Porteranno i saluti il sindaco, Filippo Spataro e il presidente del Consiglio Gigi Bellassai. Durante l'incontro si alterneranno gli interventi del presidente di ArteInsieme, Marcello Nativo e dello storico d'arte, Paolo Nifosi; modererà l'incontro la giornalista Francesca Cabibbo.

Il libro racconta la storia poco nota di quell’11 gennaio 1693 quando un terrificante terremoto colpì la costa orientale della Sicilia, tra Catania e Siracusa. Passato alla storia come il “terremoto del Val di Noto“, il devastante sisma distrusse più di 45 centri abitati causando almeno 60 mila vittime. Le scosse furono così potenti da dare vita a un devastante maremoto nel mar Ionio, le cui onde arrivarono fino in Grecia.
Il testo di Nicosia ripercorre quegli accadimenti storici attraverso la penna e lo sguardo di chi, a quell'evento rovinoso ha assistito e ne ha raccontato gli esiti terrificanti, appunto Domenico Guglielmini.
«Questo terremoto è stato poco raccontato - commenta nella prefazione il geologo, Mario Tozzi.  E, soprattutto, quasi nessuno ha mai letto le fonti originarie. Una lacuna nella cultura e nella informazione che questo libro riesce a colmare».

Appuntamenti:
2 marzo, alle ore 18,00 ad Avola, presso la Biblioteca Comunale
3 marzo, alle ore 18.00, a Modica nella prestigiosa Casa di Salvatore Quasimodo
4 marzo, alle ore 18,00, a Comiso presso il Castello dei Naselli di Aragona (via S. Biagio, 73/75)