Appuntamenti Modica

La fava cottoia di Modica, bontà a km zero

I “lolli ntè favi” un piatto fatto di ingredienti poveri e facilmente recuperabili

  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/02-03-2018/1519989609-1-fava-cottoia-modica-bonta-zero.jpg&size=747x500c0
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/02-03-2018/fava-cottoia-modica-bonta-zero-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/02-03-2018/1519989609-1-fava-cottoia-modica-bonta-zero.jpg

Modica - Si chiama anche carne dei poveri e possiamo considerarla una perla di biodiversità.
A questo piatto della tradizione, dal profumo di casa dei nonni, in occasione della Primavera Diffusa, 23, 24 e 25 Marzo, il Welcome Point di Modica, dedicherà il pomeriggio di venerdì, a partire dalle 18:00, ne La casa degli Avi. Sarà un momento di incontro e degustazione tra viaggiatori e persone del posto attorno alla fava cottoia e ai racconti e ricordi che essa evoca in ciascuno.
Primavera Diffusa celebra, infatti, l’incontro tra residenti e viaggiatori e lo scambio culturale che da esso deriva.
La fava cottoia di Modica, versatile per la preparazione di molti piatti come la minestra, il macco con possibile aggiunta di “lolli”- pasta artigianale-, crema di fave fa parte del patrimonio culturale di Modica, e la Primavera Diffusa sarà un momento di condivisione.
I “lolli ntè favi” un piatto fatto di ingredienti poveri e facilmente recuperabili anche nelle case dei meno abbienti (farina di grano duro, acqua, sale, fave secche, cipolla, sedano, passata di pomodoro) rappresenta una tradizione gastronomica tramandata da generazione in generazione. Oggi la troviamo nelle trattorie, nei ristoranti, negli agriturismi ne “putiei ro vino”, anche con qualche variante secondo i gusti ma, alla base della preparazione, c’è sempre un procedimento originale e una storia autentica da raccontare.
La fava cottoia è adatta anche per chi segue una dieta vegetariana e vegana priva di glutine e colesterolo! Può essere consumata a baccelli verdi oltre che a semi secchi. Quella secca si può consumare tostata, sgusciata e cotta (macco), cotta intera, dopo aver opportunamente tagliato la parte superiore (“pizzichedda”)
Segna l’evento tra i tuoi appuntamenti imperdibili per iniziare la nuova stagione. Primavera Diffusa: da venerdì 23 a domenica 25 marzo. Per alcuni sarà una scoperta, per altri una riscoperta, per tutti sarà una festa di sapori e di tradizioni.

Se anche a te è venuta l'acquolina in bocca, prenota il tuo soggiorno a Modica dal sito Sicilia Ospitalità Diffusa.