Economia Credito

Cribis, imprese italiane più affidabili nei pagamenti commerciali

A livello regionale il Nord-Est si conferma l'area dove ci sono le imprese più affidabili

Buoni risultati per le imprese italiane sul fronte dei pagamenti commerciali, l'ultima analisi dello Studio Pagamenti CRIBIS per il Q4 2017 presenta dati incoraggianti sia per quanto riguarda la puntualità che i ritardi gravi. La quota di pagamenti alla scadenza è passata dal 35.6% del 2016 al 37.3% del 2017, mentre i ritardi oltre i 30 giorni sono calati del 14.6%. È proprio il dato relativo ai ritardi gravi che rappresenta una inversione di tendenza rispetto al periodo post-crisi: dopo il forte aumento che si è verificato tra il 2013 e il 2014 infatti, quest'anno si è attestato al 10.5%, tornando ai livelli del 2012.

A livello regionale il Nord-Est si conferma l'area dove ci sono le imprese più affidabili, con il 46.1% di queste che paga con regolarità i fornitori, mentre i ritardi gravi sono solo il 6.4%. Maggiori difficoltà invece per le aziende dell'area Sud e Isole dove la media dei pagamenti puntuali è il 24%. Il Veneto è la regione più virtuosa (47.5% di puntualità) seguita da Emilia-Romagna e Lombardia.

Le CRIBIS Prime Company, quelle imprese a cui CRIBIS riconosce il massimo livello di affidabilità dal punto di vista delle relazioni commerciali, rappresentano l'8% del totale delle imprese italiane. Una percentuale ancora bassa ma in continua crescita a partire dal 2010, quando la quota era del 5,53%.

Negli anni a seguire fino ad oggi le imprese affidabili sono cresciute costantemente, fino a toccare il picco massimo a dicembre 2017. Un buon segnale per le nostre realtà imprenditoriali che stanno cercando di superare la crisi economica, proponendosi come partner ideali per fare affari e far crescere il proprio business.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1534503216-3-despar.gif