Cronaca Noto

Noto: figlia denuncia la propria madre, la perseguitava perchè lesbica

Genitori snaturati

Noto - Omofobia e minacce. A Noto. Ma stavolta ad essere stata denunciata è una madre. Telefonate e messaggi dal contenuto offensivo e intimidatorio con minacce di sfregiarle il volto con l'acido o di investirla con l'automobile. La donna, contraria alla relazione sentimentale della figlia con la compagna, continuava a vessarla in questo modo. Dopo cinque anni, la ragazza ha deciso di vivere alla luce del sole il proprio rapporto andando a convivere con la propria compagna.

La madre, però, non ha accettato questa relazione e per questo ha iniziato a tempestare di telefonate la figlia per convincerla a ritornare sui suoi passi.
La sera dell’11 marzo, però,  la donna si è appostata dietro l’esercizio commerciale dove la figlia era stata assunta da poco e, il giorno dopo, ha affrontato i titolari ammonendoli di assumere la figlia perché, altrimenti, sarebbe tornata nel negozio e avrebbe fatto una scenata.

I titolari hanno quindi licenziato in tronco la giovane per evitare conseguenze per il locale. Dopo questo ennesimo sopruso, la ragazza ha deciso di denunciare la propria madre per atti persecutori. La polizia ha emesso nei suoi confronti il divieto di avvicinamento.