Giudiziaria Canicattini Bagni

Cugno si avvale della facoltà di non rispondere. Oggi i funerali di Laura

Laura è stata uccisa con 16 coltellate

Canicattini Bagni - Paolo Cugno si è avvalso della facoltà di non rispondere. L'uomo, 29 anni, operaio di Canicattini Bagni ha confessato il delitto della compagna di appena 20 anni, Laura Petrolito, ed è attualmente rinchiuso nel carcere di Cavadonna, dove si trova rinchiuso da domenica sera.

Il gip del tribunale di Siracusa, Andrea Migneco, ha convalidato il provvedimento restrittivo e confermato la misura in carcere. Lauraè stata uccisa, secondo il medico legale, da almeno 16 coltellate al collo e all'addome prima di essere gettata in un pozzo artesiano. "Un raptus di gelosia": sarebbe stato questo il motivo per cui la ragazza avrebbe dovuto morire.

Intanto, dopo le procedure previste dalle indagini, i familiari hanno avuto il nulla osta dagli inquirenti per i funerali della ragazza, previsti per oggi alle 15:30 nella Chiesa Madre di Piazza XX Settembre. L’Amministrazione comunale ha proclamato il lutto cittadino, in segno di rispetto e di partecipazione della collettività alla memoria della giovane mamma che lascia due bambini.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif