Sanità Modica

Centenaria si rompe il femore, guarisce e regala dolci pasquali

Giovanna Pacetto, 101 anni, di Scicli

Modica - Storia di una generazione d’altri tempi, magari del 1917. Evoca più di un secolo, ma diventa singolare, unica nel suo genere.
Una accidentale caduta domestica le procura la frattura del collo del femore. La donna protagonista della nostra storia si affida alle cure del reparto di Ortopedia dell’Ospedale “Maggiore”. Qui le viene impiantato un chiodo femorale. Tempi di recupero? Per i medici che l’hanno sottoposta ad intervento, Dario Pitino e Alfio Catalano, ci vorranno almeno quattro giorni, tenendo conto che si tratta di un paziente della terza età, in attesa poi della fase riabilitativa.
Dopo 48 ore, invece, la donna si rimette in piedi. Addirittura dispensa dolci per i medici. Li offre personalmente. Li ringrazia. "Anciluzzi" li definisce. Lei, è Giovanna Pacetto di Scicli, 101 anni.
La centenaria arzilla sorprende finanche l’equipe medica, basita di fronte al dinamismo e ai tempi di recupero inaspettati della fase post operatoria.
Giovanna parla con le infermiere, con i medici, con le altre pazienti. Sa raccontare e le piace farlo, soprattutto con le nuove generazioni. Lo fa con la lucidità di chi ha vissuto la vita e conosce il senso vero delle cose, ma soprattutto lo fa con ironia e schiettezza.
Longevità, saggezza e buona salute.