Appuntamenti Ragusa

Lib(e)ri a Ragusa fino a domenica, dedicata agli editori e agli autori

Fino a domenica 8 aprile proporrà 22 incontri dedicati all’editoria

Ragusa - Ha preso il via ieri sera a Ragusa, con l’incontro alla Camera di Commercio, la quarta edizione della rassegna “Lib(e)ri a Ragusa” che fino a domenica 8 aprile proporrà 22 incontri dedicati all’editoria e agli autori del territorio. L’obiettivo è quello di valorizzare le pubblicazioni che raccontano proprio il territorio, analizzandone spesso gli aspetti sociali, storici, economici, culturali, e tirando fuori vicende che non sono magari conosciute al grande pubblico. Insomma libri che, grazie ad autori attenti e ad editori coraggiosi, diventano strumento per custodire la memoria e tramandarla alle future generazioni. Ma c’è anche la volontà di ribadire un concetto molto importante, rivolto soprattutto ai giovani che, in verità, già ieri sera sono intervenuti numerosi. E cioè che il sapere, la cultura, i contenuti dei libri permettono di incrementare la conoscenza e dunque consentono di essere liberi. Ecco perché la manifestazione stessa gioca sul termine libri-liberi nel suo titolo. Fitto il programma di queste giornate che iniziano oggi pomeriggio alle 17,30 alla Sala Borse della Camera di Commercio con la presentazione dei libri “La parrucchiera di Pizzuta” e “Respiriamo i muri” con la presenza del giornalista Paolo Distefano del Corriere della Sera. La giornata di oggi, che prevede anche un appuntamento dedicato alla “controlettura” e vari incontri nelle librerie, si chiuderà all’auditorium della Camcom con un testo dedicato alla Settimana Santa della Pasqua. Per questo sabato 7 aprile si inizia sempre alla Sala Borse della Camcom alle ore 17 con la presentazione del libro “La mia scuola” di Rino Ermini. Alle 17,30 alla Biblioteca Pennisi il libro “Cinque pani e due pesci” di Guglielmo Lupo mentre alla Libreria Flaccavento, Lidia Coria presenta “Grandi miti di Sicilia”. Alle 18 alla Sala Borse Camcom presentazione del libro “Il Brigante e il Legionario” di Emanuele Cavarra e a seguire il libro “Nego nel modo più assoluto di essere ebreo” di Salvatore Cassarino. Alle 19 alla Libreria Flaccavento la presentazione del libro “Bretelline rosso sangue – il caso Fuschi” di Salvatore Genovese mentre alle 19,30 al Caffè Letterario Le Fate sarà presentato il libro “L’impresa della neve in Sicilia” di Luigi Lombardo. Il programma della giornata di sabato si chiude alle 20,30 all’auditorium della Camcom con “Geositi carsici iblei”, una guida all’escursionismo a cura del Cirs che tra l’altro domenica mattina 8 aprile alle ore 9, con partenza dal parcheggio di contrada Tabuna, ha promosso una visita guidata alla “Ragusa sotterranea” lungo le grotte e le latomie di Cava Santa Domenica. La rassegna letteraria proseguirà poi con vari appuntamento sia domenica mattina che domenica pomeriggio per concludersi poi alle 19 con l’atteso omaggio ad Emanuele Schembari e la presentazione della sua ultima opera postuma. Ieri sera, come da tradizione, dopo la presentazione ufficiale si è svolto uno spettacolo di musica. Protagonisti indiscussi, con tanti applausi e la richiesta di bis, il gruppo di musica popolare Taleh che hanno allietato il numeroso pubblico presente. Sempre ieri sera si sono inaugurate in Sala Borse ben due mostre, la prima è la consueta mostra-mercato del libro ibleo che accompagna tutti i giorni di “Lib(e)ri a Ragusa” e durante la quale sono in distribuzione gratuita anche i cataloghi del premio Ragusani nel Mondo, e la seconda è la bellissima mostra di illustrazioni di Erica Bucchieri su “Le città invisibili” di Italo Calvino. La manifestazione, che gode del patrocinio del Comune di Ragusa (è intervenuto l’assessore Gianluca Leggio), della Camera di Commercio e di vari sponsor privati, è curata da un comitato organizzatore composto da Sonia Baglieri, Giorgio Chessari, Emanuele Cavarra, Giuseppe Cultrera, Pino Digrandi, Giovanni Distefano, Saro Distefano, Giorgio Flaccavento, Vincenzo Giampaolo, Pippo Gurrieri, Daniela La Licata, Giorgio Massari, Rosario Ruggieri. E’ possibile approfondire il programma in tutti i suoi dettagli seguendo il sito web www.liberiaragusa.it e il canale social https://www.facebook.com/liberiaragusa