Cronaca Comiso

Cade intonaco, chiusa piscina comunale di Comiso

Servono trenta giorni di lavori per la messa in sicurezza

Comiso - Chiusa da oggi la “Piscina del Sole” di Comiso. La piscina comunale, gestita dalla cooperativa “Lavorincorso”, sarà interessata da domani da alcuni lavori di manutenzione straordinaria di alcune parti della copertura interna. I lavori sono stati aggiudicati dal comune, con un bando, all’impresa “Sallemi” di Comiso.

Questa mattina, la piscina di viale Europa, avrebbe dovuto ospitare delle gare di nuoto. Era in programma la “prova provinciale amatoriale A.C.S.I.” per bambini dagli 8 ai 14 anni. In piscina erano presenti circa 50 bambini. Durante il sopralluogo tecnico, prima dell’inizio delle gare, durante la fase di riscaldamento, si è riscontrato che dal tetto si sono staccati dei pezzetti di legno: i gestori hanno quindi deciso di sospendere precauzionalmente la gara. Hanno poi chiesto l’intervento dei tecnici del comune e dei vigili del fuoco. Non sono state riscontrate situazioni di pericolo immediate, ma la società ha deciso di fermare le attività, anche in coincidenza con l’avvio dei lavori di manutenzione straordinaria, previsto per domani, 9 aprile. Il comune ha emesso un’ordinanza di sospensione delle attività sportive fino alla conclusione dei lavori.

“Già in passato – spiega la presidente della società cooperativa “Lavorincorso”, Rosalba Rosano – avevamo riscontrato la caduta di alcuni pezzi di “tavola di perlinato”, proveniente dal controsoffitto. Abbiamo segnalato al comune l’accaduto ed è stata avviata la procedura per l’avvio dei lavori di manutenzione. Non ci sono situazioni di pericolo per gli atleti in acqua e per gli spettatori, ma la caduta di questi pezzi è sicuramente fastidiosa. I lavori di ripristino ci consentiranno di riavere al più presto la struttura in efficienza”.

Nella piscina di Comiso, opera anche la società sportiva “Water Sun”, che gestisce le attività agonistiche di nuoto a Comiso: anche la “Water Sun” non potrà utilizzare la struttura. “Per noi è una situazione di difficoltà – spiega il presidente della Water Sun, Marco Daparo – speriamo che l’amministrazione ponga rimedio e che i lavori siano celeri ed efficienti. Per le nostre attività e per gli allenamenti chiediamo al sindaco, Filippo Spataro, di sostenerci chiedendo al comune di Ragusa l’utilizzo di uno spazio acqua temporaneo per gli atleti agonisti nella piscina comunale del capoluogo”.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif