Attualità Modica

Modica: Rosa Petriglieri compie 100 anni

Auguri!

Modica - Grande festa ieri nella parrocchia del Carmine per i 100 anni della signora Rosa Petriglieri. Un traguardo tagliato in scioltezza da nonna Rosa che ha fatto da perfetta “padrona di casa” prendendosi cura che tutti gli invitati avessero la propria fetta di dolce e che si divertissero. La signora Petriglieri, con i due figli e i tanti nipoti a festeggiarla, ha ricevuto la visita del Sindaco e del Vice Sindaco che ha riconosciuto subito per averli visti spesso in TV come ha voluto sottolineare l’arzilla centenaria. Vive ancora da sola in totale autonomia e adora ricamare.

Non solo i tanto famosi centrini che ogni anno sono messi come premio della pesca di beneficenza del Carmine ma anche vere e proprie opere d’arte rappresentate dai quadri a tema religioso che sono richiestissimi non solo dai parrocchiani. “Sono stata sposata con il mio Giorgio per 59 anni, 6 mesi e 3 giorni fino a quando il Signore non ha deciso di portarselo via nel 1998. Prima abitavamo in campagna a Commalto, siamo venuti qua nel centro nel 1995. Ricordo quando ci siamo sposati, nel 1940, che dopo 3 mesi hanno chiamato il mio sposo in guerra a presidiare la costa di Marsala. Mi scriveva delle lettere per farmi sapere come stava. Ogni tanto avevamo la fortuna di rivederci quando gli davano la licenza. Tutto sommato è andata meglio che a moltissimi altri giovani di allora”.

Una straordinaria autonomia di movimento e di pensiero per la signora Rosa che ha sempre accanto la sorella, 11 anni in meno di lei, ed una vitalità invidiabile. Le due, ultime di 9 figli, sono attaccatissime ed ogni giorno si sentono per telefono: “Ci facciamo le grosse risate” dicono in coro, guardandosi e ridendo come due adolescenti. “Arrivare a questa età in queste condizioni – ha commentato il Sindaco – è una cosa meravigliosa. Ho visto una tale vitalità nella signora Rosa che non è riscontrabile in alcune persone della mia età. Tantissimi auguri a lei e alla sua splendida famiglia che ha mostrato tantissimo attaccamento per la nonnina”.