Economia Ragusa

Mercato immobiliare, a Ragusa meno 2,3 per cento

Il prezzo medio richiesto da chi vende un’abitazione in Sicilia, a marzo 2018, è stato pari a 1.306 euro al metro quadro

Ragusa - Con la chiusura del primo trimestre 2018 Immobiliare.it ha analizzato l’andamento dei prezzi richiesti per le compravendite e per le locazioni in Sicilia, nel suo Osservatorio sul mercato residenziale. Ciò che ne è emerso è una situazione di sostanziale stabilità, soprattutto per il settore delle vendite, reduce da un anno in forte perdita. L’oscillazione per quanto riguarda i prezzi medi degli immobili in vendita si ferma al -0,5% e ancora più contenuta è quella dei canoni d’affitto, -0,1% a livello regionale nel primo trimestre dell’anno.

Il prezzo medio richiesto da chi vende un’abitazione in Sicilia, a marzo 2018, è stato pari a 1.306 euro al metro quadro, contro i 1.583 del Sud Italia. Sul fronte affitti invece la distanza con la media del Sud diminuisce: i canoni della regione sono di 6,07 euro/mq e 6,56 quelli richiesti in media nelle regioni del Sud Italia.

Enna è il capoluogo che nel primo trimestre 2018 vanta l’andamento migliore dei costi richiesti per le compravendite: +2,2%. Al contrario, Ragusa si aggiudica il primato negativo in questo settore di mercato con prezzi in calo del 2,3%. Considerevole l’aumento dei valori delle locazioni registrato a Ragusa (+3,3%) e bene anche Siracusa, +2,6%. Caltanissetta, invece, non è solo il capoluogo più economico in cui affittare una casa ma è anche la città che registra la perdita più considerevole (-2,5%), a poca distanza da Agrigento e Messina i cui prezzi scendono del 2,2%.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif