Giudiziaria Canicattini Bagni

Canicattini Bagni: Paolo Cugno sottoposto a perizia psichiatrica

Reo confesso

Siracusa - Paolo Cugno è stato sottoposto a perizia psichiatrica. Il 27enne, reo confesso dell'omicidio della giovanissima Laura Petrolito, sua convivente, uccisa lo scorso 18 marzo e buttata in un pozzo di Canicattini Bagni, deve essere giudicato da un collegio tecnico per appurare il suo stato mentale durante le fasi dell'omicidio. La richiesta è arrivata dalla difesa del 27enne e il Fip ha accolto la richiesta. In carcere, Cugno ha ricevuto la visita di Michele Lo Magro e Rosanna Gurrieri che hanno avuto l’ok dopo che per due volte il pm Marco Dragonetti si è opposto.

Il Gip Andrea Migneco, quindi, ha accolto l’istanza di Giambattista Rizza, avvocato difensore di Paolo Cugno. Secondo il suo difensore, infatti, ci sarebbero fondti motivi per ritenere Cugno incapace di intendere e di volere al momento dell'omicidio.
Personalità schiva, molto introverso, Paolo Cugno amava trascorrere la maggior parte del suo tempo con i suoi animali, in campagna.

Dormiva spesso in quel capanno dove si sarebbe poi consumata la tragedia e – a differenza dei suoi coetanei – non aveva uno smartphone. Una personalità, secondo il suo legale, che potrebbe aver maturato turbe psichiche mai riconosciute fino a quel momento, ma che avrebbero potuto influire nell'esecuzione del delitto.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif