Attualità Modica

Modica: è partito il congresso dei dottori commercialisti

Fino a sabato 14 maggio

Modica - Un aiuto concreto a chi vuole intraprendere la professione: lo offre l’Unione nazionale giovani dottori commercialisti ed esperti contabili (Ungdcec) lanciando Start-up Unione, una rete di convenzioni che riduce sostanzialmente i costi, la principale barriera per l'avvio dell'attività. E' una delle novità introdotte durante il 56° Congresso nazionale dell'associazione, che si è aperto oggi a Modica e, fino a sabato 14, riunisce 1.200 professionisti.

"Attraverso un sistema integrato di partnership, siamo riusciti a far diventare commodities il software gestionale grazie a Bluenext, l’assicurazione professionale con il gruppo Aon e la connettività in collaborazione con Vodafone”, ha annunciato il presidente UngdcecDaniele Virgillito. “Così – aggiunge – potremo avere tariffe molto più economiche per i nostri iscritti: 100 euro al mese per un pacchetto tutto compreso per l’apertura di uno studio. Questo è un grande risultato - sottolinea Virgillito – se si pensa alle migliaia di euro normalmente necessarie”.

Le agevolazioni sono rivolte a tutti gli iscritti all'associazione che, nata nel 1966, ne conta circa 10 mila e che con 110 sedi in Italia è presente in ogni provincia. “E questo è solo l’inizio – prosegue Virgillito -  la nostra rete di alleanze si sta espandendo a macchia d’olio e nei prossimi mesi consentirà facilitazioni anche su altri fronti: accesso a banche dati, abbonamento a quotidiani digitali, formazione e tanti altri servizi utili per i nostri iscritti”.

L'Unione giovani commercialisti vuole andare incontro a un'emergenza di questi ultimi tempi: per la prima volta dopo molti anni si è notevolmente ridotto il numero dei ragazzi che intraprendono la professione. Secondo una ricerca dell’associazione, al 1° gennaio 2017 gli iscritti totali agli Ordini d’Italia erano 117.916 con una crescita solo dello 0,5% rispetto al 2016.

Durante il congresso di Modica si è parlato anche di ricavi. I redditi medi dei commercialisti under 43 crescono passando dai 33.290 euro nel 2015 ai 34.187 dell’anno scorso, ma è molto preoccupante il divario fra Nord (46 mila euro) e Sud Italia (19.500 euro) con cui è in linea la Sicilia (19 mila).

Nel corso dell’assise, inoltre, si è toccato anche il tema delle scuole di alta specializzazione, prospettando delle aree di miglioramento. Per il presidente nazionale, “sarebbe meglio ridurre le 200 ore previste per i corsi - ha sottolineato Virgillito - in quanto i ragazzi non possono assentarsi dallo studio in cui lavorano per così tanto tempo. Inoltre è necessario prevedere incisivi meccanismi di controllo e di coordinamento” - ha concluso Virgillito, il quale propone anche “borse di studio e tariffe agevolate per i giovani, chiedendo anche lacollaborazione della Cassa dei dottori Commercialisti (Cnpadc), poiché 2 mila euro per ogni corso si rivelano in alcuni casi insostenibili”.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif