Appuntamenti Modica

U cuntu di San Giorgio, a Modica

21 aprile

Modica - Nell’ambito della rassegna “Arte e Cultura, tra musei e territorio”, prosegue l’ attività sociale di IngegniCultura con  il progetto”Tradizioni popolari e identità iblea”, teso a valorizzare e a scoprire il territorio con tutto il suo portato di arte, cultura e tradizioni orali. Nella  sede de Le Case degli Avi,  nella sala pluriuso del Museo diffuso “Mùrika, racconti di pietra”, sarà la scrittrice Marcella Burderi, appassionata di storia orale e di tradizioni  popolari, a presentare sabato 21 aprile alle ore 18,00, in prossimità della festa del ComPatrono di Modica “U cuntu di San Giorgio” e le sue interviste sulla festa agli anziani dell’antico quartiere Consolo.

Sarà coadiuvata in questo percorso di recupero di identità collettiva, da Peppe Casa, cultore di tradizioni e racconti popolari, che attraverso testimonianze orali degli abitanti del popoloso quartiere ricorderà i momenti più salienti della festa, consumati attorno all’edicola votiva di “San Giurgiuzzu” in piena via Roma, tappa obbligata del corteo religioso.
Nel canto di San Giorgio gli ingredienti ci sono tutti: il re, la regina, la fanciulla, la personificazione del male, l’eroe senza macchia e senza peccato  
“San Giorgi ‘nta stu munnu, ca purtàu // Na spata invitta, e ogni guerra vincìu // quanti animi ri turchi ca vattiau//ca ciùi ri mienzu munnu cunvirtìu.//Iddu pi fari chistu, nun sgàrrau//e dduoppu morti in Cielu sinn’ju//allura lu Signuri cci parràu//seguita Giorgi, ca cu tia sugn’iu”.

Il fatto è noto a tutti e tutti lo raccontano da sempre, ma il tempo passa inesorabile e la memoria del racconto di San Giorgio sempre più si assottiglia fino a rimanere oggi una memoria a singhiozzo, fatta di spezzoni disordinati. Solo in pochi, e per lo più anziani hanno una memoria del racconto nella sua integrale versione. Entreremo nelle sue pieghe ,ascoltandone gli echi e le rime.

Durante la serata saranno proiettate foto della festa di San Giorgio ,dal vasto repertorio storico di Paolo Oddo e ci sarà un intermezzo musicale del maestro Enzo Alfano, alla chitarra.
L’evento culturale sarà presentato da Mario Incatasciato, presidente di IngegniCultura e responsabile del gruppo SI- Moutique, Sistema Identitario Modica.
 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1534503216-3-despar.gif