Cronaca Catania

Sigonella in stato di massima allerta

Dopo l'attacco in Siria di stanotte

Catania - Venti di guerra si stanno abbattendo, da stamattina, anche sul Mediterraneo: la base nato di Sigonella è in stato di massima allerta a causa del conflitto scoppiato in Siria e del bombardamento avvenuto questa mattina da parte di USA, Francia e Gran Bretagna. Dalla struttura militare siciliana sarebbero partiti, nei giorni scorsi, alcuni aerei spia in missione esplorativa. Ricordiamo che lo stato di guerra è stato dichiarato stanotte, intorno alle 3 (erano le 22 a Washington).

E in effetti ieri sera un forte boato, causato dal decollo degli aerei, è stato avvertito sia a Catania che a Siraucsa. Come tutti sanno, l'Italia non fornisce supporto militare alle operazioni statunitensi, ma concede l'uso delle basi Nato presenti sul proprio territorio.

A Sigonella, che ricade nell’area di Lentini ma di fatto è territorio americano, quindi, sono state aumentate le misure di sicurezza e limitati al minimo e dichiarato lo stato di guerra. Sul ruolo effettivo e concreto della NATO, invece, circa le decisioni che teoricamente dovrebbero essere collettive e che invece sembrano essere unilaterali, stendiamo un velo pietoso ed evitiamo qualsiasi commento.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif