Cronaca Vicenza

Vicenza: casa finita all'asta e lui muore. Il corpo scoperto dopo 9 mesi

Per nove mesi nessuno lo ha cercato.

Vicenza - Una storia di ordinaria solitudine. La sua casa era finita all’asta, ma nessuno si era accorto che il cadavere del proprietario da nove mesi si trovava sul divano nel soggiorno: a scoprire il corpo di Walter Dal Zotto, vicentino di 42 anni, è stato l'ufficiale giudiziario quando è entrato in casa. La morte dell'uomo sarebbe avvenuta a giugno-luglio dello scorso anno e sarebbe stata provocata da un malore, forse un infarto.

L'uomo viene descritto come molto solitario e amante delle passeggiate. Sta di fatto che quella vita solitaria, con pochi amici e lontana dai parenti, ha creato difficoltà economiche a Dal Zotto, tanto che quell'immobile non era più riuscito a pagarlo e per questo è stato messo all'asta per 27 mila euro.
Il corpo dell'uomo scoperto dall'ufficiale giudiziario era semi-mummificato. 

In via Molin Masi a Valli del Pasubio, dove è stato trovato il cadavere di Zotto, la postina ha suonato più di due volte e per mesi interi, ma dall’altra parte non è arrivata mai nessuna risposta. La donna ha raccontato di aver depositato la posta sull'uscio, dal momento che così le era stato ordinato. Nessuno, evidentemente, lo ha cercato per nove mesi.
Se questo non è il fallimento di una società...
 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1536936071-3-despar.gif