Cronaca Ragusa

Andrea, l'amico di tutti

32 anni, padre di tre figli

Ragusa - Come riuscire a digerire la notizia di un’altra giovane vita spezzata su una strada provinciale? E’ difficile anche solo scriverne. Ieri pomeriggio, a causa di un tragico incidente sulla Ragusa-Catania, all’altezza del bivio per Chiaramonte, ha perso la vita Andrea Battaglia, 32 anni, un giovane padre di tre figli, la più piccola di appena 20 giorni. Aveva fatto mille lavori, Andrea, ed era molto conosciuto a Ragusa: i genitori, proprietari di un noto negozio di ottica a Ragusa, stimati professionisti del settore.

Il fratello, che lavora nel campo della ristorazione. Andrea aveva lavorato nel negozio dei genitori (si era formato a Vinci, diventando ottico). Ma aveva anche tentato la strada della ristorazione, avendo aperto un’attività in via Roma, poi chiusa. Andrea aveva lavorato in diversi locali della movida ragusana e attualmente era barman. Proprio per questo, molti lo ricordano come un giovane simpatico, disponibile con tutti, alla mano.

E’ stato un rugbysta del Padua Rugby e oltre alla moto coltivava anche la passione per la bicicletta. Tantissimi i messaggi di cordoglio, su facebook, per il giovane padre ragusano: “Non riesco ancora a crederci... siamo stati diciamo poco insieme ma è bastato a creare un rapporto di amicizia e di grande stima, ora è da un pò che non ci vedevamo e a questo punto capisco che non c'è cosa più sbagliata di dare per scontate le cose”. Quest’altro, di un’altra amica: “Sono davvero senza parole.... Vola alto nel cielo Andrea e da lassù veglia suoi tuoi dolcissimi bambini”. Molti i messaggi rivolti a loro, ai piccoli innocenti che hanno perso il padre, ai genitori, al fratello. Incredulità, tanta incredulità per l’ennesima morte avvenuta sulle strade ragusane. E rabbia: “Non si può morire così”.