Cultura Musica

Jerzy Kay & Andrea Cunta Ft. Giuliana Cascone: un progetto musicale

Dead, un singolo innovativo e internazionale

Ragusa – Jerzy Kay & Andrea Cunta. Ft. Giuliana Cascone. Il risultato? Noi lo abbiamo ascoltato in anteprima ma bisognerà attendere ancora qualche settimana prima dell’uscita ufficiale. Ma vi possiamo anticipare che questo progetto musicale sarà detonante. Hanno un’età compresa fra i 17 e i 20 anni, sono giovani, appassionati, studiosi e, soprattutto, vogliono distinguersi dalla massa e creare qualcosa di universale e non che ricalchi uno stereotipo. Loro sono Jerzy Kay (nome d’arte di Giorgio Donzella) e Andrea Cunta, due giovanissimi ragazzi di Ragusa di 18 e 20 che in passato hanno lavorato come Dj. Poi, hanno deciso di non fermarsi alla tecno music e di iniziare a studiare veramente e di sperimentare, non limitandosi a mettere un po’ di house durante le feste di compleanno. E così, hanno deciso di iniziare un progetto musicale del tutto innovativo, avvalendosi della collaborazione artistica di Giuliana Cascone, giovane cantautrice chiaramontana nota al grande pubblico, dopo la sua partecipazione a The voice, come “la ragazza con la chitarra”. 

Abbiamo deciso di contattare Giuliana per iniziare una collaborazione artistica e lei ha accettato. Abbiamo iniziato a lavorare a settembre 2017 e il risultato, oggi, è questo”. Nonostante la giovane età, i ragazzi hanno le idee ben chiare: niente improvvisazione, tanto studio, tanto ascolto, grande sperimentazione. E il frutto di questi lunghi mesi di lavoro di chiama “Dead” e sarà il loro primo singolo. Ascoltandolo, si fa fatica a credere che si tratti di un brano venuto fuori dalla provincia di Ragusa. In un angolo di mondo come il nostro, in cui le innovazioni culturali, musicali, artistiche, arrivano con 10 anni di ritardo, Dead è un brano internazionale che, ascoltandolo per la prima volta alla radio, non attribuiresti mai al territorio d’origine. E finalmente, diremmo: niente provincialismi, niente stereotipi, niente “belcanto”, niente accordi ruffiani. Dead è un singolo che si rifà all’Hip Hop e alla musica Trap, con sonorità vicine più alla musica americana che a quella europea-inglese.

Il testo è in inglese ed è stato scritto da Giuliana Cascone: “Nonostante il nome del brano significhi “morte”, Dead non è un pezzo macabro. Al contrario: è un brano che racconta la rinascita di una persona, intesa come metafora del cambiamento. Dead racconta di come ad un certo punto ci si lascia qualcosa alle spalle e si cambia pelle. La rinascita è intesa in questo pezzo come purificazione”.  L’arrangiamento musicale, invece, è stato interamente curato dai due Dj. Il significato del testo, tra l’altro, è retto dal video, in uscita a breve sui canali ufficiali ed è stato girato dal videomaker Matteo Guccione.
Ma per arrivare a questo risultato, bisogna anche parlare delle origini.

Ed è Jerzy Kay a raccontarci come sia nata la collaborazione artistica con Andrea Cunta e poi con Giuliana Cascone: “Studio alla Dj Academy di Modica e ho imparato a suonare il pianoforte, ma io e Andrea ci conoscevamo di vista da un po’, anche se in quel periodo avevamo avuto degli screzi. Ma un giorno ho deciso di contattarlo per una collaborazione più duratura. Per rinsaldare i nostri rapporti siamo andati al cinema”, racconta sorridendo e aggiunge: “Ci siamo ritrovati a parlare di come proseguire la nostra collaborazione. Il nostro obiettivo, naturalmente, è trovare un’etichetta. Al momento noi autoproduciamo tutto il nostro lavoro. Il nostro scopo è creare qualcosa di nuovo, che può essere ascoltato da un pubblico vasto. E così abbiamo iniziato a sperimentare un miscuglio di idee influenzate dalla musica Hip Hop, Trap ed EDM. Ne è uscito fuori un pop contemporaneo sempre in continua evoluzione. In quel periodo, abbiamo lanciato la nostra intro “No Rubik”, che racconta il mondo senza logica delle persone che si inoltrano in qualcosa che non conoscono.

A settembre, abbiamo deciso di contattare Giuliana”.
E sul video? I ragazzi si limitano soltanto a questo: “Le location sono in provincia. Alcune scene si sono svolte all’interno di locali e case private. La copertina del singolo, invece, è una foto scattata nei pressi dell’ex hotel La Pineta”. E per il futuro? In attesa dell’uscita ufficiale di Dead, i ragazzi non hanno dubbi: “A giugno usciremo con un altro progetto musicale. E ci sarà ancora una volta Giuliana”.