Attualità Avola

Riserva naturale del Cassibile, avviato iter per la riapertura

Il 10 maggio un incontro

Avola - Tutti li conoscono semplicemente come "i laghetti d'Avola", ma ciò che noi possiamo visitare è solo una parte della Riserva naturale orientata "Cavagrande del Cassibile". Il posto è stupendo: un grande canyon che può essere raggiunto a piedi attraverso un percorso naturalistico. Se avete voglio di camminare e di scoprire posti naturalistici, questo è il luogo giusto. Da anni, però, la riserva è stata interdetta in seguito ad un incendio che ha creato instabilità nel costone roccioso sopra gli omonimi laghetti di cui usufruiscono e godono i turisti. Adesso, la riserva potrebbe finalmente essere riaperta e ritornare, così, fruibile.

È stato infatti convocato un incontro per il prossimo 10 maggio dal commissario straordinario per i rischi del dissesto idrogeologico, Maurizio Croce, assieme al Dipartimento regionale dello Sviluppo Rurale e territoriale dell’Assessorato regionale all’Agricoltura, che della Riserva è ente gestore, unitamente al genio Civile di Siracusa e ai Comuni nei quali ricade la riserva per addivenire a una progettazione esecutiva che, tramite i fondi destinati al dissesto idrogeologico, andrà a finanziare questi interventi.

Un passo avanti, dunque, affinchè tutta l'area torni ad essere fruibile: la riserva orientata Cavagrande del Cassibile è uno dei luoghi naturalistici più bello e avventuroso di tutta la Sicilia.

Foto: Davide Modesto

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg