Attualità Chiaramonte Gulfi

Chiaramonte, lettera aperta al sindaco da alcuni residenti di C/so Kennedy

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-05-2018/1525867371-1-chiaramonte-lettera-aperta-sindaco-alcuni-residenti-kennedy.jpg&size=667x500c0
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-05-2018/chiaramonte-lettera-aperta-sindaco-alcuni-residenti-kennedy-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-05-2018/1525867371-1-chiaramonte-lettera-aperta-sindaco-alcuni-residenti-kennedy.jpg

Chiaramonte Gulfi - Tale documento nasce dallo scontento di tutti noi residenti del quartiere C.so Kennedy.
Una situazione di degrado e mancanza dei requisiti minimi igienici, che noi residenti di C.so Kennedy viviamo da anni, causa della vegetazione di vario genere che cresce rigogliosa e indisturbata nel quartiere, senza nessun tipo di manutenzione e intervento di bonifica della zona.
Fatti segnalati decine di volte all’amministrazione, Spiegando che noi residenti non siamo più disposti a tollerare. Pertanto chiedevamo il loro intervento.

Abbiamo aspettato e pazientato da fin troppo tempo.
Ci siamo rivolti all’amministrazione comunale tramite un servizio di Video Mediterrano, dato lo stato di tabù riscontrato con i normali articoli delle testate locali che hanno trattano l’argomento.
Tale carta giocata semplicemente per accendere i riflettori su tale situazione nella speranza di ottenere una soluzione e una tempistica concreta.
Riceviamo una risposta assurda e increduli rimaniamo indignati.
queste sono state le parole del sindaco Sebastiano Gurrieri giorno 7/05/2018:

"Alcuni residenti sono stati strumentalizzati dal partito di opposizione Stanno facendo solo allarmismo, cercando di ingigantire le cose (Il tutto é cosa di ordinaria amministrazione)".
Parole,Parole solo parole ad oggi però fatti non ne abbiamo visti.

Per noi residenti, il tutto non è più tollerabile dato che di anno in anno, facendo orecchio da mercante, cercando scusanti e scarica barili vari la situazione semplicemente peggiora. Noi liberi cittadini Chiaramontani chiediamo alla classe politica/amministrativache si attivi immediatamente al fine di risolvere tale questione, che si bonifichi l’area: tagliando gli alberi spontanei e gli arbusti, si provvedaalla scerbatura, infine si provveda allo smaltimento dei resti legnosi ed erbosi al termine dei lavori nelle aree in questione.

Ai fini:
- Di eliminare il potenziale rischio di incendi.
- Di Arginare la proliferazione di insetti e ratti.
- Rendere più vivibile la zona, (tale azione migliora il decoro urbano).
- Di Tutelare la salute e l’incolumità di tutti noi residenti e dei beni.
-
Nella speranza che ci si attivi al più presto a ripulire le zone in modo adeguato
porgiamo Distinti Saluti