Cronaca Calabria

Sparatoria a Vibo Valentia. Un morto e tre feriti

Si tratterebbe di un folle che prima avrebbe esploso colpi di fucile

Vibo Valentia - Pomeriggio di sangue in provincia di Vibo Valentia, nelle zone di Nicotera e Limbadi. Il Vibonese somiglia sempre di più al far west. Due sparatorie avrebbero provocato un morto e una donna ferita al torace a Nicotera mentre a Limbadi ci sarebbe un ferito all’addome ed una persona gambizzata. Sul posto si stanno recando i carabinieri e i sanitari del 118.

Stessa mano. Da quanto si apprende a sparare sarebbe stata la stessa mano. Si tratterebbe di un folle che prima avrebbe esploso colpi di fucile all’indirizzo di due persone nei pressi di una scuola a Nicotera uccidendo un uomo, Michele Valarioti, 67 anni, ex operaio, e ferendo gravemente al torace una donna, Giuseppina Mollese, 70 anni. A bordo di un’auto, una Fiat Panda, si sarebbe quindi diretto verso un bar di Limbadi per compiere un altro agguato e sparare questa volta all’indizzo di Pantaleone D’Agostino, ex proprietario del locale, e Leo Timpano, che in quel momento stavano giocando a carte all’interno del locale. Il primo è stato ferito all’addome mentre l’altro è stato gambizzato.

Caccia all’uomo. Sui luoghi delle due sparatorie si sono recati i carabinieri del Nucleo investigativo di Vibo e della Compagnia di Tropea che ora si sono messi sulle tracce dell’autore dei gravissimi fatti di sangue che hanno sconvolto due comunità. L’uomo è fuggito a bordo di una Fiat Panda ed è ora attivamente ricercato. Sul posto anche le ambulanze del 118 e l’elisoccorso chiamato a trasportare uno dei feriti all’ospedale di Catanzaro.