Lettere in redazione Chiaramonte Gulfi

Puglisi a Cutello: Convocherò il consiglio straordinario dopo il bilancio

Riceviamo e pubblichiamo

Chiaramonte Gulfi - Il mio ruolo istituzionale mi impone di intervenire sulla protesta del consigliere Cutello sfociata nell'occupazione dell'aula consiliare, anche per fornire corrette informazioni alla cittadinanza su quanto in questi giorni sta accadendo a Chiaramonte.
Spiace dover rilevare come la protesta sia stata posta in essere senza attendere una mia risposta circa la richiesta protocollata un paio di giorni fa di convocazione di un "consiglio comunale straordinario e aperto" per la trattazione della questione idrica e, dunque, appalesando come il gesto plateale sia stato premeditato.

Va aggiunto, come in un comunicato del Gruppo Consiliare Cutello appena diramato, si legge testualmente come il gesto di protesta fa seguito anche a un "atteggiamento omertoso" dell'Amministrazione sullo stato emergenziale, la quale avrebbe addirittura "osteggiato" il rilascio ai Consiglieri di opposizione della documentazione richiesta, con la richiesta di accesso agli atti protocollata appena Martedì scorso (di cui si allega copia). Ebbene occorre informare i cittadini come la stessa è ovviamente indirizzata al Responsabile dell'Area Amministrativa e non certo all'organo politico, quindi del tutto estraneo a tale vicenda.

Il comunicato politico di data odierna, peraltro, entra in aperta contraddizione con quanto dallo stesso Cutello dichiarato al Giornale La Sicilia, in cui è dato leggere che lo stesso ha ricevuto dagli Uffici la documentazione richiesta, sia pure parziale.
Non è possibile, dunque, prendere in seria considerazione la richiesta formulata dal Cutello, peraltro attinente alla trattazione del punto in modalità non previste dal nostro Regolamento di Consiglio, finchè lo stesso conduca la propria protesta, lasciandosi andare a gravi accuse e dicendo falsità, non soltanto nei confronti dell'Amministrazione comunale, ma anche e soprattutto dei dipendenti comunali, i quali certo non subiscono nè ricevono alcuna ingerenza da parte dell'organo politico nella gestione ed evasione delle richieste, semmai talvolta sovrabbondanti in un momento di grande lavoro per fronteggiare l'emergenza.
Ritengo gli Uffici non mancheranno di evadere le richieste dei Consiglieri di opposizione nei modi e nei tempi che la legge consente, nel rispetto di ogni procedura; conseguentemente, ritengo doveroso e opportuno, prima di tutto, che il sig. Cutello rettifichi le dichiarazioni rese, gratuite e non veritiere.
Posso anticipare sin d'ora che convocherò il Consiglio, immediatamente dopo la seduta convocata per l'approvazione del bilancio, e certamente molto prima della scadenza dei venti giorni fissati dal Regolamento di funzionamento del Consiglio.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif